06 Luglio 2024

Giuliana Aglio: la sua voce è poesia

Giuliana Aglio: la sua voce è poesia

L’analista di politica internazionale, classe 2000, offre una visione del mondo circostante con “Le sue parole”

Vincitrice del Premio Internazionale di Poesia Città di New York 2024. La poetessa è stata selezionata da una giuria professionale presieduta da Anna Maria Gentile, editrice presso l’Associazione La Chimera Metropolitan di Lecce.

“Le sue parole”, edite dalla Casa Editrice Dantebus, pubblicate all’interno della Collana Poetica “I Poeti di Ponte Vecchio”, hanno gettato le basi per la realizzazione di un ponte tra culture.

Giuliana Aglio definisce la sua penna affilata pronta a difendere la giustizia e a promuovere la pace in un mondo spesso diviso. Giuliana ritiene che la sua passione per la scrittura sia una missione.

A tal proposito, la ragazza, ha dichiarato: “Considero la scrittura un’esigenza per tentare di riscoprire l’amore di chi non c’è più, di chi c’è e che lotta, di chi ha ancora bisogno di nutrirsi di bellezza e speranza per immaginare ancora un mondo sostenibile dove tutti possano essere considerati Umani con le proprie emozioni, i propri sogni e l’amore declinano in tutte le sue forme ed infine l’elogio alla via del negoziato scaturisce da un dovere innato personale e costante nella mia vita al fine di far conoscere e facilitare la cultura della pace”.

Dedita alle Relazioni Internazionali, Giuliana Aglio è membro del Consiglio Internazionale delle Nazioni Unite della Danza (CID) presso l’UNESCO.

Le sue poesie sono contenute all’interno delle seguenti raccolte poetiche: “L’amante di orizzonti”, “Sul ponte dell’arcobaleno” e “Ala spezzata”.

Potrebbe interessarti: Museo dello sbarco: “Vuoti di memoria. Sicilia 1943 le immagini di oggi”

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà (OdG Sicilia N^ 177881). Classe 1996. Giornalista e Dott.ssa in “Lingue e Letterature Comparate”. Appassionata di cultura e spettacolo: “Se non mi trovi cercami a Teatro”.