18 Giugno 2024

Agricoltura e siccità, a breve i voucher per gli allevatori

Agricoltura e siccità, a breve i voucher per gli allevatori
Schifani: «Impegno del mio governo sarà massimo, necessario unire le forze»
Saranno erogati in tempi brevi i voucher agli allevatori siciliani per l’acquisto di foraggio per gli animali. Il provvedimento per contrastare gli effetti della siccità, voluto dal presidente della Regione siciliana Renato Schifani, prevede uno stanziamento di 10 milioni di euro e ha ricevuto oggi il parere favorevole della terza Commissione Attività produttive dell’Assemblea regionale siciliana.

Quest’ultimo passaggio consentirà adesso all’assessorato regionale dell’Agricoltura di ultimare la procedura e pubblicare l’avviso con il quale gli allevatori potranno presentare le domande

«Ringrazio la Commissione Attività produttive dell’Ars per avere condiviso l’urgenza e l’opportunità di questo provvedimento – dice Schifani – in questo modo manteniamo un impegno preso con gli agricoltori siciliani. Ho dato disposizioni affinché tutti i passaggi burocratici per l’erogazione dei benefici siano celeri.
Siamo pienamente consapevoli dell’emergenza e siamo al fianco degli operatori di un comparto fondamentale per l’intera economia dell’Isola. L’impegno del mio governo – sottolinea il presidente della Regione – sarà sempre massimo, ma considero fondamentale una sinergia e una condivisione di sforzi per per tutelare e valorizzare l’agricoltura siciliana e affrontare insieme questa crisi dovuta alla perdurante siccità».

Nel decreto firmato dal dirigente generale dell’assessorato, Dario Cartabellotta, è previsto che il contributo sia erogato secondo il criterio della proporzionalità rispetto al danno subito dalle imprese e che il foraggio possa essere acquistato direttamente attingendo da un albo di fornitori reso disponibile dalla Regione

La domanda andrà presentata attraverso i Centri di assistenza agricola, i quali inoltreranno la richiesta al Dipartimento Agricoltura. Gli allevatori potranno quindi ritirare il prodotto presso la zona industriale Dittaino (Enna) o altro punto che sarà definito dopo avere sentito le organizzazioni professionali di categoria.

Commissione Ars approva avviso per albo fornitori foraggi e allevatori

“Una grande soddisfazione e un ringraziamento sentito al presidente Gaspare Vitrano e a tutti i componenti della III commissione. Il Mpa conferma di essere sempre vicino al mondo dell’agricoltura e ai suoi lavoratori”.

Lo dichiara il capogruppo Mpa all’Ars, on. Giuseppe Castiglione, dopo l’approvazione, durante i lavori della III commissione parlamentare, di un avviso pubblico, da 10 milioni di euro, per la formazione di un albo dei fornitori di foraggi e degli allevatori in attuazione della legge regionale n° 20 del 22 maggio 2024

“Si tratta – prosegue Castiglione – di un passaggio fondamentale per un settore che, a causa della siccità, vive un momento particolarmente complesso e di grande crisi. Come Mpa non possiamo voltare le spalle a chi, in Sicilia, porta avanti con grande sacrifici imprese agricole e di zootecnia”.  

Un aiuto di 10 milioni di euro per gli agricoltori: oggi riunione in commissione

“Riportiamo al centro il comparto agricolo, agricoltori e allevatori non saranno lasciati soli ad affrontare le conseguenze di guerra e siccità”.

È il deputato regionale di Fratelli d’Italia, Carlo Auteri, a rassicurare gli imprenditori. Oggi in III commissione Ars Attività produttive il primo step con un aiuto di 10 milioni di euro per gli agricoltori. Fondi che saranno poi assegnati dopo il passaggio in aula

Non è questo l’unico tema da affrontare, c’è anche la crisi del grano peggiorata con la guerra in Ucraina che ha portato a un aumento del costo inimmaginabile e acuita dalla siccità che ha caratterizzato la stagione invernale del territorio.

“La Sicilia sta vivendo una situazione drammatica con la distruzione di un comparto fondamentale – sottolinea Auteri – e agricoltori e allevatori non sanno più come andare avanti. Per questo la Regione deve provare a intestarsi questa problematica in sinergia con lo Stato centrale. Certo non basteranno questi 10 milioni di euro, ma è un segnale importante che vogliamo dare ai nostri imprenditori”.

Potrebbe interessarti: Castello Ursino, un concerto per il primo giorno dell’isola pedonale

redazione

redazione