11 Giugno 2024

Ruba cellulare, ma il complice urla il suo nome

Ruba cellulare, ma il complice urla il suo nome

Un 22enne di Aci Catena ruba il cellulare al parco e scappa in auto. Ma il suo complice urla il suo nome e i Carabinieri lo incastrano.

 

Durante il pomeriggio del 15 marzo scorso all’interno del parco di via Gannelli di Aci Catena la vittima, era stata avvicinata da uno sconosciuto che, ha provato a prendergli dalla tasca dei pantaloni il telefono cellulare. Il giovane reagisce ma viene colpito dal malvivente che ugualmente si impossessa del cellulare per allontanarsi a bordo di un auto.

La vittima era però riuscita ad ascoltare chiaramente il nome dell’aggressore, pronunciato dall’autista del veicolo, probabilmente suo complice.  Questo dettaglio ha facilitato il lavoro degli investigatori che si sono avvalsi anche di informazioni contenute sul profilo social.

La ricerca del nominativo dell’indagato sul web, infatti, e l’esame dei suoi contenuti multimediali hanno consentito alla giovane vittima di riconoscerlo, senza alcun dubbio, quale responsabile della rapina.

Il quadro di elementi così raccolti, tutti concordanti e chiaramente riconducibili alla figura del 22enne. Questi inoltre già gravato da diversi procedimenti penali per reati contro il patrimonio. I Carabinieri lo hanno quindi rintracciato nell’ambito delle sue amicizie e della famiglia. Il 22enne, sentendosi ormai braccato, si è poi presentato spontaneamente in caserma dove ha consegnato ai militari dell’Arma il telefono rubato.

Le risultanze investigative, compendiate in tal modo dai militari dell’Arma, hanno quindi permesso alla Procura della Repubblica, di ottenere la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del 22enne.

Potrebbe anche interessarti: Furto in una villetta, ma arrivano i carabinieri

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.