25 Maggio 2024

Avellino Catania, Cianci non basta. Passano i Lupi

Avellino Catania, Cianci non basta. Passano i Lupi

L’Avellino elimina il Catania dai playoff. Illusorio il gol di Cianci ad inizio partita. Nella ripresa Liotti e D’Ausilio siglano il vantaggio irpino. 

Asec Trade S.r.l.

Troppa la superiorità tecnico tattica mostrata dall’Avellino rispetto al Catania. È bastato solo un tempo agli uomini di Pazienza per avere ragione sui rossazzurri. Malissimo Zeoli che nella ripresa sbaglia tutti i cambi indebolendo una squadra già inferiore agli avversari.

Avellino Catania: il primo tempo

I rossazzurri partono benissimo giocando ad alta intensità. Al 10° alla prima occasione Pietro Cianci si trasforma in un rapace d’area di rigore anticipando tutti e insaccando in rete la palla del vantaggio. La risposta campana è con un tiraccio di Patierno da posizione favorevole. Il Catania gioca bene e tiene bene il possesso di palla con un’ottima trama di passaggi al centrocampo. Al 17° Cicerelli cerca il gol della vita con un tiro da oltre 40 metri costringendo Ghidotti ad una parata strepitosa. I lupi provano a scardinare la difesa etnea ma i guanti di Furlan restano immacolati. Al 35° azione manovrata dell’Avellino con palla in area per Liotti che sbaglia totalmente la conclusione. Il duplice fischio certifica la concretezza dei ragazzi di Zeoli.

Avellino Catania:  la ripresa

A 10 secondi Castellini deve chiudere su Gori che in area pregustava già il gol del pareggio. Con l’Avellino che attacca a pieno organico Zeoli getta nella mischia Celli per  Cicerelli. Al 52° azione insistita dei padroni di casa con Liotti che con tiro a giro mette all’angolino la palla del pareggio. I rossazzurri subiscono psicologicamente la rete che invece da vigore agli uomini di Pazienza. Il Catania si fa vedere in avanti su azione di corner al 66° quando Cianci colpisce di testa mandando alto. L’assedio dei padroni di casa si fa asfissiante e D’Ausilio al 84° sigla il vantaggio. Il Catania non c’è più e l’Avellino passa il turno.

 

Potrebbe anche interessarti: Playoff, Furlan salva il Catania

 

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.