12 Aprile 2024

Made in Italy ed esportazioni, quanto vale Catania

Made in Italy ed esportazioni, quanto vale Catania

Il 15 aprile la prima Giornata dell’italianità. Belli, buoni e ben fatti i prodotti siciliani.

Asec Trade S.r.l.

Con la legge 27 dicembre 2023 n. 206, il prossimo 15 aprile sarà celebrata la prima giornata del made in Italy. Per tutto il mese sono previste iniziative per far conoscere il valore dell’italianità nelle produzioni di eccellenza, nel patrimonio culturale e nelle sue radici culturali.

Declinato in ambito regionale, il made in Italy è misurato dal valore delle esportazioni. Gli ultimi dati di Unioncamere Sicilia per il terzo trimestre 2023 evidenziano un calo delle vendite all’estero, a fronte di un aumento delle importazioni. La provincia di Catania è in controtendenza rispetto al dato isolano, poiché rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, l’export è aumentato del 13,65%.

Calcolato a fine anno 2023, il valore complessivo delle esportazioni catanesi è in crescita. Il 2022 si era concluso con più di due miliardi di euro di export, in aumento del 21,36% a confronto del 2021. Secondo SACE, l’anno scorso l’export catanese ha raggiunto 2,376 miliardi di euro, +7% rispetto al 2022.

Al netto dei flussi di importazioni-esportazioni movimentati dalla multinazionale ST Microelectronics, i prodotti made in Catania venduti all’estero sono quelli generati dalle varie filiere agroalimentari (tra cui vino e olio), dal polo farmaceutico e dal mondo informatico.

Sarebbe però riduttivo circoscrivere la catanesità del made in Italy solo alle esportazioni delle produzioni agroalimentari e manifatturiere.

L’eccellenza nella qualità dei materiali, accuratezza delle lavorazioni e design si riscontra anche nell’artigianato artistico, nei servizi di cura e bellezza alle persone, nella moda, nella ristorazione e ovviamente nel turismo, dove Catania vanta aziende molto conosciute all’estero.

Ultimo aggiornamento

Rosario Faraci

Rosario Faraci