07 Marzo 2024

Un ritratto di Marisa Leo nella Sala delle donne

Un ritratto di Marisa Leo nella Sala delle donne

Il gruppo Terziario Donna Confcommercio Catania conferma il l’impegno a far vivere la Sala delle donne, accogliendo, l’8 marzo un nuovo ritratto dedicato a Marisa Leo, vittima di femminicidio.

Asec Trade S.r.l.

Il progetto “Sala delle Donne” prevede l’inaugurazione di sale dedicate “alle donne che hanno fatto l’Italia e per quelle che verranno” frutto del lavoro dei Gruppi Terziario Donna sul territorio italiano. La realizzazione delle sale nasce da una personale interpretazione delle linee guida del progetto e si concretizza in luoghi simbolo della vita cittadina, con l’importante collaborazione di Enti e professionisti del territorio. Il gruppo Terziario Donna Catania ha sposato questa iniziativa inaugurando la III “Sala delle Donne” in Italia presso il Palazzo della Cultura il 15 novembre 2019.

Lo studio dei profili è stato affidato al Dipartimento di Economia e Impresa dell’Università di Catania, istituendo una commissione tecnico/scientifica presieduta dalla prof.ssa Veronica Benzo e dalla prof.ssa Sonia Giaccone, le quali hanno individuato dieci profili di donne che hanno contribuito significativamente “al progresso materiale e spirituale della società”.

La realizzazione delle opere è stata affidata ad artisti di spicco della città di Catania ai quali è stato richiesto di interpretare, in base alla loro personale visione nonchè tecnica illustrativa, i profili di queste Donne illustri. Anche l’Abadir, accademia del design e arti visive ha contribuito alla realizzazione delle opere selezionando i tre migliori studenti che hanno ritratto tre dei dieci profili esaminati, apportando alla mostra un giovane spirito di innovazione.

“Il nostro progetto vuole dare merito a queste donne simbolo dell’arricchimento storico, spirituale, culturale e imprenditoriale catanese, ritraendole come icone moderne a cui ispirarsi. La nostra sala accoglierà un quadro dedicato a Marisa Leo, come simbolo di lotta contro ogni forma di violenza ma soprattutto con la libertà della quale ogni donna ha il diritto!” –  commenta La presidente Matilde CifaliQuesta “sala” è luogo di esempi virtuosi, grandi donne con grandi visioni accomunate da storie di passione e dedizione”.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione