22 Luglio 2022

Belpasso, Palazzo Bufali 29 luglio: “Càspeta! Il cinema di Angelo Musco”

Belpasso, Palazzo Bufali 29 luglio: “Càspeta! Il cinema di Angelo Musco”

Venerdì 29 luglio presso il Palazzo Bufali la presentazione del libro “Càspeta! Il cinema di Angelo Musco” alle ore 19:00. Appuntamento da non perdere! 

Asec Trade S.r.l.

“Càspeta! Il cinema di Angelo Musco” è il titolo del libro a cura di Nino Genovese – critico, storico del cinema, giornalista e saggista – e Mario Patanè – critico del cinema che ha ideato e diretto CineNostrum. Il libro sarà presentato nella splendida e storica cornice del Palazzo dei Baroni Bufali di Belpasso (Via Roma, 219) giorno 29 luglio alle ore 19:00.

A fare gli onori di casa il belpassese e cultore Luciano Signorello, presidente della Fondazione Margherita Bufali Onlus, a presentare l’evento Giovanna Criscuolo, membro della Brigata d’Arte – che leggerà alcuni estratti del libro nel corso della serata -, a presenziare due nipoti di Musco, Angelo e Francesco, il sindaco di Belpasso Daniele Motta ed il deputato segretario ARS Alfio Papale.

Sarà una serata dedicata al ricordo del grande attore italiano di cinema e teatro Angelo Musco nato a Catania, nel quartiere San Cristoforo, il 18 dicembre del 1872. Impossibile non ricordare al contempo il commediografo belpassese Nino Martoglio in quanto fu direttore della compagnia di Musco e per lui scrisse San Giovanni Decollato e L’aria del continente. L’omaggio ai due sarà curato della Pro Loco di Belpasso che si occuperà di esporre foto e documenti d’archivio con a capo il presidente Tony Carciotto; al contempo sarà possibile visitare il Palazzetto Baronale e la mostra “I Bufali a Malpasso, prima e dopo il 1669”.

Abbiamo intervistato telefonicamente uno dei due autori, Mario Patanè ha spiegato: “Questo libro è nato 30 anni fa quando per caso ho scoperto che c’erano i film di Musco – negativi e positivi – conservati malamente in locali assurdi a Catania. A quel punto ho fatto notare che era pericoloso tenerli li dov’erano dando per scontato che i film fossero conservati anche nella cineteca a Roma. Parecchi anni dopo ho incontrato il conservatore siciliano della cineteca a Roma ed ho appreso che in realtà i film non c’erano così ho proseguito la mia battaglia fatta di telefonate, telegrammi, mail ed incontri. In seguito abbiamo spostato i film in altri locali, ancora una volta non adeguati, per cui – a quel punto – ho fatto capire loro che erano passibili per denuncia perché le pellicole erano infiammabili e quindi era opportuno restaurarle e conservarle in modo consono. Ebbene, sette anni fa circa sono sono venuti a Catania ed è finalmente partita l’operazione subito dopo aver constatato che i film erano conservati male.

L’anno scorso, in occasione della ricorrenza dei 150 anni dalla morte di Musco, ho proposto alla cineteca di realizzare un volume su Musco, il primo in assoluto. Il libro è stato editato in collaborazione con la cineteca di Roma ed il centro sperimentale, fa parte di una collana. Successivamente abbiamo presentato il libro al Senato di Roma per poi andare fare tappa a Palermo, Catania, Messina, Acireale…giorno 29 luglio saremo a Belpasso e poi ci saranno altri incontri. Il libro parla dei film, schede, testimonianze ed aneddoti su Musco. La maggior parte delle immagini inserite all’interno del libro sono di proprietà dalla famiglia Musco. Primo tra tutti il nipote Angelo Musco – figlio del piccolo di Vittorio – è stato presente a tutte le presentazioni del libro e ha raccolto molto materiale sulla vita e carriera del nonno consultabile sul sito www.angelomusco.it.

Il libro è stato scritto da me insieme al mio amico e critico del cinema Nino Genovese ed è stato presentato per la prima volta ad inizio mese al Festival di Taormina quando è stato proiettato il film antologico – risalente agli anni ’50 – dal titolo “C’era una volta Angelo Musco”. L’idea è quella di presentare il film dopo l’estate anche a Palermo, Messina, Catania e Belpasso.

Giorno 29 luglio a Belpasso parleremo anche di Nino Martoglio dato che, quando Musco iniziò a far teatro, i due deridevano i cinematografari. Se ricordiamo, infatti, Martoglio “Nell’arte di Giufà” prendeva in giro i cinematografari. Infine è importante ricordare che buona parte dei film di Musco sono tratti da opere teatrali scritte da Martoglio, Pirandello e Capuana”. 

“Il fine dell’evento – spiega a conclusione Luciano Signorellonon è solo quello di pubblicizzare il libro ma quanto quello di avvicinare i giovani al mondo del teatro. È fondamentale cercare di non perdere questa tradizione secolare a Belpasso dato che il nostro paese è famoso proprio per i commediografi, Nino Martoglio in primis, che si sono contraddistinti”.

L’evento è organizzato con il contributo della Presidenza dell’ARS in collaborazione con la Regione Siciliana, il Comune di Belpasso, la Fondazione Margherita Bufali Onlus, la Brigata d’Arte – Sicilia Teatro e la Pro Loco di Belpasso.

Ultimo aggiornamento

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà (OdG Sicilia N^ 177881). Classe 1996. Giornalista e Dott.ssa in “Lingue e Letterature Comparate”. Appassionata di cultura e spettacolo: “Se non mi trovi cercami a Teatro”.