03 Maggio 2019

Arriva l’auto cancellazione dati su Google: più privacy per tutti!

Una notizia che piacerà sicuramente a chiunque: arriva l’auto cancellazione dati su Google. È, dunque, ufficiale: ci sarà più privacy per tutti! In un mondo sempre più social, dove la protezione dei dati personali è sempre più a rischio, questa è una grande conquista. Sfido qualsiasi utente a dichiarare di non aver desiderato, per una volta nella vita maggiore sicurezza e privacy. Non preoccupatevi, ci pensa Google!

Arriva l’auto cancellazione dati su Google

Sarà possibile programmare la cancellazione automatica dei propri dati ogni 3 mesi o, in alternativa, ogni 18 mesi. Questa è la novità presentata da Google, dato che fino a questo momento non esisteva questa possibilità, se non la cancellazione manuale, andando a spulciare tra tutte le pagine del proprio account.

Le accuse rivolte a Google

Questa mossa di Google è stata la risposta alle varie critiche e accuse che aveva ricevuto in passato. Molti utenti, infatti, si erano lamentati che la società californiana accumulava dati sulla posizione dei propri utenti, anche senza il loro consenso. Lo scorso anno, infatti, emerse che Google tracciava gli account archiviando i dati, anche se le impostazioni erano state disattivate.

Continua dopo la foto

google cancellazione dati

Fonte Foto: posizionamento-seo-com

Cosa riguarderà la nuova modifica?

Il nuovo strumento di auto cancellazione in arrivo riguarda nello specifico la cronologia delle posizioni, cioè le coordinate geografiche e l’attività web e app. Sul blog di Google si può leggere: “Fissate un limite di tempo in cui desiderate mantenere i dati relativi alle vostre attività (3 o 18 mesi) e tutti i dati più vecchi verranno automaticamente eliminati dal vostro account in modo continuativo“.

Su un post pubblicato dall’azienda si può leggere a tal proposito: “Lavoriamo per mantenere i vostri dati privati e al sicuro: abbiamo ascoltato i vostri feedback sul fatto che dobbiamo offrire modi più semplici per gestirli o eliminarli“. Non è escluso che si tratti solo dell’inizio di un cambiamento che potrebbe estendersi anche ad altre tipologie di dati raccolti.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione