22 Dicembre 2018

Parigi, a sorpresa gilet gialli a Montmartre. Si allarga la protesta

Sono comparsi a sorpresa i gilet gialli nel quartiere turistico di Montmartre, in risposta all’appello di uno dei leader della protesta  Eric Drouet.

Gilet gialli a Montmartre

A sorpresa, rispondendo all’appello di Eric Drouet, uno dei leader della protesta, sono comparsi a centinaia i gilet gialli. È successo nel quartiere turistico di Montmartre, dove i negozianti hanno rapidamente chiuso le saracinesche. Nessuno dei manifestanti invece si è presentato a Versailles, dove lo stesso Drouet aveva dato appuntamento su internet. A Parigi è scattato l’allarme, e poliziotti e blindati sono in allerta. Lo stesso anche a Lione, Tolosa, Orleans e in Bretagna.

Si allarga la zona delle protesta

Nei pressi dell’Hotel de Ville i primi scontri tra la polizia e i manifestanti, che da Montmartre si sono spostati in diversi quartieri della capitale francese: Champs-Elysees e la Concorde. Durante gli scontri, lancio di fumogeni da parte delle forze dell’ordine e cassonetti bruciati dai manifestanti. La polizia protegge alcune strade strategiche, quelle che portano all’Eliseo e a Palazzo Matignon, sede del governo. Il portavoce dei gilet gialli Eric Drouet è stato, intanto, fermato dalla polizia.

Arriva la decima vittima

Un’altro morto, il decimo dall’inizio della manifestazione, è stato registrato la notte scorsa per un incidente stradale, causato da un blocco dei gilet gialli a Perpignan, nel sud-est del paese. Il fatto è stato confermato dal procuratore di Perpignan, Jean-Jacques Fagni. Secondo la ricostruzione, l’uomo ha tamponato con il suo veicolo un camion fermo a un blocco stradale all’ingresso dell’autostrada. “Il conducente del tir – ha precisato il procuratore – è rimasto sul posto aspettando l’arrivo della polizia, contrariamente alle persone che bloccavano la strada e che sono fuggite. Sono rimaste sul posto solo due o tre donne in gilet giallo, sotto shock, che hanno atteso la polizia“.

Numerosi i blocchi stradali e la protesta pacifica in Belgio

Sono segnalati numerosi i blocchi sulle strade e autostrade. Oltre al traforo del Monte Bianco, sulla A7 dove i gilet gialli hanno bloccato l’autostrada a sud di Lione. La polizia è intervenuta e il tentativo di sgombero è in corso.

Sarebbero circa un centinaio i gilet gialli che sono scesi in piazza  a Namur, capitale della Vallonia, in Belgio. L’agenzia belga ha reso noto che il corteo si è svolto pacificamente, con i manifestanti controllati da un cordone di polizia.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.