22 Novembre 2018

Silvia Romano rapita in Kenya: cercavano la ragazza bianca?

Ieri mattina è stata diffusa la notizia riguardante Silvia Romano rapita in Kenya. La giovane volontaria si trovava da qualche tempo nel continente per una missione umanitaria, gestita dall’Associazione non governativa Africa Miele Onlus.

Asec Trade S.r.l.

Silvia Romano rapita in Kenya

Sarebbero stati 8 gli uomini che martedì sera hanno sparato sulla folla che si trovava presente al mercato di Chakama. Durante questo primo attacco sono rimaste ferite 5 persone. Secondo il racconto di alcuni testimoni, durante la pioggia dispari un gruppo di uomini avrebbe fatto irruzione nell’abitazione dove si trovava Silvia Romano. Sempre secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, i rapitori si sono messi alla ricerca immediata della ragazza bianca che quella sera si trovava da sola in casa. Silvia Romno infatti aspettavo il rientro di un gruppo di volontari che si era allontanato da qualche giorno, mentre un altro gruppo si era messa in viaggio quella mattina stesso. (Per approfondire Clicca Qui).

Chi è la ragazza italiana rapita in Kenya

Fonte Foto: huffingtonpost.it

Rapimento progettato da tempo?

La Stampa locale rende noto che quanto successo a Silvia Romano rapita in Kenya fosse tutto frutto di un piano ben studiato. I suoi rapitori, infatti, potrebbero aver osservato nel tempo i movimenti dell’associazione Africa Miele Onlus, tanto da sapere che martedì la ragazza sarebbe stata da sola per diverse ore. Il gruppo, che apparterrebbe a una delle cellule islamiche nata nel 2012, Al Shabaab, un paio di giorni prima del rapimento aveva affittato la casa in prossimità della struttura dove si trovava Silvia Romano. Successivamente il gruppo è fuggiti insieme alla ragazza attraversando il fiume Galana.

14 persone sono state arrestate dopo l’attacco in Kenya?

Dopo quello che è successo a Silvia Romano rapita in Kenya, 14 del villaggio persone sono state arrestate. Questi sono stati segnalati dai residenti alla polizia con l’accusa di aver preso parte al rapimento aiutando così il comando di persone a fare irruzione nell’abitazione della volontaria. Per le persone in questione sarebbe già in corso il la loro interrogatorio, alla fine magari di capire dove potrebbe essere il nascondiglio dei rapitori.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e sul nostro canale Telegram.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione