11 Luglio 2024

Etna in attività: problemi in aeroporto

Etna in attività: problemi in aeroporto

L’Etna in fase di attività stromboliana, aeroporto in preallarme, voli dirottati e cancellati

 

L’Etna torna a farsi vedere e sentire. Un graduale incremento dell’attività stromboliana a carico del cratere Voragine dell’Etna, che era ripresa nel pomeriggio di ieri 10 luglio, è stato osservato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia  di Catania dalla mezzanotte.
Il modello previsionale della dispersione dell’eventuale nube eruttiva indica una direzione Sud. L’ attività produce delle emissioni di cenere che, in accordo con il modello previsionale, si disperdono in direzione Sud.
L’ampiezza media del tremore vulcanico, dopo un graduale incremento osservato a partire dalle 20 di ieri, ha raggiunto il livello alto, con un andamento in crescita.

Il centroide delle sorgenti del tremore vulcanico è localizzato poco a est del cratere Voragine a una elevazione di circa 2.800 metri sul livello del mare. L’attività infrasonica è alta e le sorgenti degli eventi sono localizzate al cratere Voragine. Per quanto riguarda le deformazioni al momento le reti di sensori clinometrici e Gnss non mostrano variazioni significative.
L’Ingv di Catania ha emesso un avviso per il volo, un Vona, di colore rosso, nonostante questa nuova fase eruttiva dell’Etna l’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini è operativo, ma fa registrare dei ritardi, un volo della WizzAir proveniente da Tirana dirottato a Palermo e due easyJet da Napoli e Genova cancellati.

Ultimo aggiornamento

Daniele Lo Porto

Daniele Lo Porto

Daniele Lo Porto (OdG Sicilia N^ 50259) Classe 1959. Giornalista professionista dal 1992. Sono stato capo dell'Ufficio stampa della Provincia regionale di Catania e redattore di Telecolor. Dal 1984 corrispondente del Giornale di Sicilia, dal 2020 di Tgs e di Freepressonline. Nel 2008 nominato Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana.