04 Luglio 2024

“Vasi comunicanti”: 9 misure cautelari tra Sicilia e Perugia

“Vasi comunicanti”: 9 misure cautelari tra Sicilia e Perugia

Operazione “Vasi comunicanti”: GdF Catania esegue 9 misure cautelari personali per corruzione e falso ideologico

L’operazione Vasi Comunicanti interessa svariate province. I Finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno dato eseguito 9 misure cautelari.  Provvedimento nelle province di Catania, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Perugia, con il supporto di militari degli omologhi Comandi Provinciali del Corpo.

Con l’ordinanza il Giudice per le indagini preliminari presso il locale Tribunale ha disposto l’applicazione di misure cautelari personali nei confronti di 9 soggetti [4 Direttori di Unità Operative Complesse (U.O.C.)/Dipartimenti di Aziende Ospedaliere delle province della Sicilia orientale, 3 rappresentanti di società di distribuzione locale di multinazionali produttrici di dispositivi medici, un rappresentante di tali multinazionali e un provider per l’organizzazione di eventi], a vario titolo indagati in concorso per i reati di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e corruzione per un atto contrario ai doveri d’ufficio.

 

operazione Vasi comunicanti GdF Catania
Sulla scorta degli elementi indiziari acquisiti nell’attuale fase del procedimento in cui non si è ancora instaurato il contraddittorio con le parti, sarebbe stato osservato che tre società – distributori locali per conto di multinazionali operanti nel settore della commercializzazione di dispositivi medici – avrebbero promesso e poi elargito ingenti somme di denaro per l’organizzazione da parte dei dirigenti sanitari indagati, operanti in strutture sanitarie della Sicilia orientale, di convegni e congressi di medicina finalizzati alla formazione, l’ultimo dei quali svoltosi a Catania nel mese di maggio.

Lo scopo delle sponsorizzazioni economiche: ottenere in cambio l’impegno degli stessi di favorire le “ditte più generose” garantendogli l’uso effettivo di un numero maggiore di propri dispositivi medici nel corso degli interventi chirurgici.

leggi: Gdf Catania: indagato per i reati di bancarotta fraudolenta patrimoniale e preferenziale

Ultimo aggiornamento

freepressonline

freepressonline