03 Luglio 2024

GEN-E, tre giorni di Imprenditorialità giovanile a Catania

GEN-E, tre giorni di Imprenditorialità giovanile a Catania

Si scrive GEN-E, si legge protocollo d’intesa per promuovere il progresso delle competenze e prevenire la dispersione scolastica

Un protocollo d’intesa fra Junior achievement Italia e l’Ufficio scolastico regionale per la Sicilia per “promuovere l’avvio di un’ampia sperimentazione sul modello progressivo di educazione alle competenze di JA Italia per lo sviluppo di skill imprenditoriali e la prevenzione della dispersione della scolastica” è stato annunciato a Catania nel Municipio nell’ambito dell’edizione etnea di Gen-E.

L’accordo prevede una sperimentazione triennale, che coinvolgerà diverse scuole secondarie di primo e secondo grado delle province di Catania, Ragusa e Palermo, in cui verranno erogati i moduli di orientamento ed educazione finanziaria del percorso Conta sul Futuro e successivamente saranno realizzati i progetti Idee in Azione e Impresa in Azione.  Contestualmente verranno, inoltre, attivate opportunità di formazione per i docenti. Gen-E, il più grande Festival europeo dell’imprenditorialità giovanile, promosso da Junior achievement Europe e realizzato ogni anno in una diversa città europea.

Gen-E, il più grande Festival europeo dell’imprenditorialità giovanile

Fino al 4 luglio a Catania ci saranno oltre 1.000 giovani provenienti da oltre 40 Paesi presentare le loro mini-imprese nate sui banchi di scuola per contendersi il titolo di Ja Europe company of the year, per la miglior mini-impresa creata da ragazzi delle scuole superiori e Ja Europe innovation of the Year, per la miglior startup universitaria.

L’iniziativa è stata presentata durante la Conferenza Stampa tenutasi pnella Sala Giunta di Palazzo degli Elefanti, Enrico Trantino, sindaco di Catania: “Il festival GEN-E coinvolge migliaia di giovani con tanta voglia di intraprendere. Catania, città che ha un suo ‘Genio’ accoglie i giovani del Festival di JA, dando la possibilità di conoscere, accrescere, approfondire, fare interagire l’ordinario e lo straordinario, sollecitare le curiosità e le energie della città del Vulcano. Quando mi rivolgo ai giovani catanesi dico sempre loro che devono mettere alla prova le loro abilità con uno studio rigoroso, l’applicazione costante, un sano senso di emulazione, fattori che aprono la strada al mondo del lavoro, soprattutto nei campi delle nuove tecnologie. Un segmento specialistico in cui Catania offre ampi spazi di crescita agli studenti che sanno mettere a frutto l’imprenditorialità appresa durante la formazione, alle nuove aziende con moderne organizzazioni e sensibilità spiccate verso l’innovazione, elementi che rappresentano il propellente per attrarre una nuova imprenditoria, che guardi a Catania come meta di un solido sviluppo economico fondato sull’occupazione stabile e la produzione di qualità diretta ai mercati internazionali“.

“Da diverso tempo l’Università di Catania è impegnata sul fronte della lotta alla dispersione scolastica, insieme con le altre istituzioni del territorio, mettendo a disposizione le proprie competenze e i risultati di specifici progetti di ricerca. E per contrastare la fuga di cervelli e, sull’altro fronte, l’abbandono universitario, abbiamo messo in campo da due anni un grande progetto di orientamento formativo, il progetto Oui-Ovunque da qui, supportato dal Pnrr, volto a incentivare la transizione dagli istituti superiori agli studi universitari dei giovani siciliani, con ottimi risultati”, ha aggiunto Francesco Priolo, Rettore dell’Università di Catania.

Il festival GEN-E coinvolge migliaia di giovani

Portare GEN-E a Catania è per noi la realizzazione di quello che fino a pochi anni fa ci sembrava solo un sogno: dimostrare che anche in Sicilia si possono realizzare progetti per i giovani e l’occupazione di portata europea e allo stesso tempo la costruzione di una rete territoriale finalizzata a realizzare azioni di contrasto alla dispersione scolastica attraversi incontri, eventi, programmi nelle scuole in tema di competenze, in particolare imprenditorialità, orientamento, occupabilità“, ha dichiarato Antonio Perdichizzi, presidente di Junior Achievement Italia, che ha aggiunto “la firma del Protocollo è un tassello molto importante in questa direzione“.

GEN-E a Catania

Il ricco programma di GEN-E

GEN-E prevede un ricco programma di appuntamenti al Monastero dei Benedettini e alla Chiesa di San Nicolò che coinvolgeranno giovani, docenti, istituzioni, aziende e la cittadinanza tutta.

Tre i momenti clou della manifestazione: la cerimonia di apertura di questa mattina, 3 luglio alle 09.30 nella Chiesa di San Nicolò, con la partecipazione di Federica Celestini Campanari, Commissario Agenzia Italiana per la Gioventù, Enrico Trantino, sindaco di Catania, Francesco Priolo, Rettore Università di Catania, Antonio Perdichizzi, presidente Junior Achievement Italia e Isola Catania, Miriam Cresta, CEO Junior Achievement Italia;

il side event della Coalizione Scuola, dal titolo “Un modello di alleanza per il futuro dei Giovani”, organizzato da Junior Achievement Italia, Isola Catania, EY e EY Foundation presso il Monastero dei Benedettini mercoledì 3 luglio alle 16.30 con la partecipazione, fra gli altri, del giudice Roberto Di Bella, presidente del tribunale per i minorenni di Catania;

la fiera espositiva delle mini-imprese e delle startup che si terrà al Monastero dei Benedettini il 4 luglio dalle 11.00 alle 15.00, in cui ogni mini-impresa e startup avrà il proprio stand per presentare e vendere la propria idea di prodotto o servizio: un’occasione per conoscere i progetti dei migliori team europei, scambiare idee, creare collaborazione.

Il programma completo della manifestazione è disponibile a questo link: https://gen-e.eu/

Leggi anche: https://www.freepressonline.it/2024/06/25/gen-e-dal-2-al-4-luglio-il-festival-europeo-dellimprenditorialita-giovanile/

freepressonline

freepressonline