06 Giugno 2024

Sindacati preoccupati per il trasferimento di 600 lavoratori

Sindacati preoccupati per il trasferimento di 600 lavoratori
Nonostante le richieste formali, i sindacati non hanno ricevuto i documenti necessari al passaggio dei 600 lavoratori catanesi da trasferire presso il servizio idrico integrato
Con una nota firmata dalle segreterie di FILCTEM CGIL, FEMCA CISL, UGL CHIMICI e UILTEC UIL, è stata sottolineata la necessità di conoscere documenti che i sindacati definiscono “fondamentali”.

L’elenco definitivo degli attuali gestori che dovranno trasferire il servizio, con il dettaglio del personale attualmente impiegato sotto qualsiasi forma contrattuale e delle mansioni ricoperte

Il modello organizzativo di SIE, con il dettaglio delle figure professionali da impiegare. L’attuale struttura organizzativa, quella del periodo transitorio a 12, 24 e 48 mesi e quella che sarà a regime dopo i 48 mesi. Infine, sono stati chiesti i criteri previsti per il trasferimento del personale e garanzie per le professionalità esistenti ad oggi.

“I documenti necessari non ci sono ancora stati inviati”

“Senza queste informazioni non potrà esserci alcun trasferimento dei dipendenti. La mediazione sindacale è necessaria – spiegano i segretari generali delle quattro sigle – soprattutto se si pensa di concluderla entro l’anno in corso. In ballo c’è la gestione del servizio pubblico di fornitura idrica, domestica e per altri usi e il destino lavorativo di seicento tra lavoratrici e lavoratori. Perdere altro tempo serve solo a danneggiare la collettività”.

redazione

redazione