02 Giugno 2024

Catania, va forte il mondo cooperativo

Catania, va forte il mondo cooperativo

Produzione e lavoro e agricoltura gli ambiti dominanti. Il boom delle cooperative sociali

L’albo delle società cooperative, disciplinato dal decreto del Ministro dello sviluppo economico del 23 giugno 2004 e successive integrazioni, è consultabile on line. In esso sono presenti tutte le cooperative regolarmente iscritte alla data di consultazione, comprese le cooperative in stato di liquidazione.

In Italia, il mondo della cooperazione vale 102.925 imprese iscritte alle Camere di commercio

Il 15,12% di queste si trova in Sicilia e ben 3.434 sono quelle della provincia di Catania. In un testa a testa con Palermo (3.441), la provincia etnea è quella che nell’isola vanta il primato del maggior numero di cooperative iscritte all’albo. A seguire Messina (2.162), Trapani (1.572) e Agrigento (1.541). Fanalino di coda Enna (401).

Ispirata ai principi della mutualità, la cooperazione è una componente fondamentale dell’imprenditorialità catanese

Pur contando per il 4,07% del totale delle imprese attive al sistema camerale, le cooperative della provincia sono un motore di sviluppo economico, di progettualità sociali e danno occupazione a diverse migliaia di persone.

A sua volta il mondo della cooperazione è assai articolato al suo interno

Il 40% di esso è composto dalle cooperative di produzione e lavoro (1.366), mentre il settore allevamento, agricoltura e pesca ne conta 688. Trenta sono le cooperative di trasporto. Le cooperative edilizie che soddisfano il fabbisogno abitativo sono 380.

Ultimo, ma non per ordine di importanza, è il mondo delle cooperative sociali, sia di tipo A che B. Sono 801 e rappresentano un pilastro fondamentale del sistema di Welfare dell’intera provincia.

Potrebbe interessarti: Catania città di mare senza bandiera blu

redazione

redazione