01 Giugno 2024

Con il Bonus Cultura truffa da 400 mila euro

Con il Bonus Cultura truffa da 400 mila euro

Truffa aggravata da 397.322,82 euro con il bonus cultura App18 è stata commessa da un noto imprenditore di Palagonia.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno eseguito una misura cautelare reale disposta dal Tribunale di Catania, in sede di riesame, avente per oggetto il sequestro preventivo, anche per equivalente, dell’importo complessivo di € 397.322,82, pari al profitto del reato di truffa aggravata commesso da un noto imprenditore di Palagonia. Il sequestro dei beni era stato annullato a seguito di formale ricorso avanzato dall’indagato.

Il sequestro eseguito dai Finanzieri della Compagnia di Caltagirone scaturisce da articolato meccanismo fraudolento teso a eludere la normativa che disciplina il c.d. “Bonus Cultura 18app”.

Il Ministero della Cultura, erogava buoni del valore di 500 € spendibili dai neo diciottenni per l’acquisto di beni o servizi volti a promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale.

L’attività d’indagine avrebbe portato alla luce l’esistenza di un accordo illecito tra l’imprenditore e i giovani titolari dei buoni, consistente nella possibilità di acquistare beni diversi da quelli previsti dalla normativa.

I giovani avrebbero acquistato beni come prodotti di telefonia e tablet, dal valore d’acquisto superiore al buono assegnato. All’imprenditore andava il rimborso, immediato e totale, di 500 euro, erogato dal Ministero della Cultura.

I finanzieri di Caltagirone, attraverso riscontri testimoniali acquisiti dai fruitori, avrebbero accertato il coinvolgimento di circa mille ragazzi su tutto il territorio nazionale.

Potrebbe anche interessarti: Truffa milionaria con la rete tra imprese

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.