24 Maggio 2024

Dopo 29 anni di botte e minacce la moglie lo denuncia

Dopo 29 anni di botte e minacce la moglie lo denuncia

Il Tribunale di Catania ha disposto gli arresti domiciliari, lontano dalla famiglia, oggetto di minacce da parte di un 55enne di Pedara

La Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, gli arresti domiciliari per un 55enne elettricista di Pedara. L’uomo era aggressivo nei confronti di moglie e figli.

Gli episodi sono iniziati  nel 1995. Dopo 29 anni di soprusi, la vittima ha così trovato il coraggio di denunciare il marito violento anche con i figli. In una occasione, circa 5 anni fa, il 55enne avrebbe anche rotto un braccio alla coniuge con un bastone, per poi accompagnarla al pronto soccorso e costringerla a dichiarare di essere caduta.

Durante i quotidiani litigi il 55enne, alcolizzato, avrebbe anche picchiato la moglie con schiaffi e pugni, causandole lividi e lesioni che avrebbero notato anche le persone abitualmente frequentate dal nucleo familiare. Queste ultime, infatti, in seguito alla recente denuncia della donna, hanno fornito ai Carabinieri dichiarazioni precise e concordanti in merito agli episodi di violenza.

Impaurita dalle minacce la donna dormiva sul divano

La donna per paura dormiva sul divano ormai da due anni, temendo che il marito, durante la notte, potesse farle del male.
Anche la figlia ora maggiorenne della coppia ha riferito ai Carabinieri di essere stata vittima di maltrattamenti da parte del padre il quale, per futili motivi, avrebbe tentato sempre di “alzarle le mani” e, non riuscendo a colpirla, le avrebbe lanciato contro gli oggetti trovati in casa.

Tali condotte sono state comunicate dai militari dell’Arma alla Procura della Repubblica che, in ragione delle esigenze cautelari ravvisate, tenuto conto della rilevante gravità delle condotte maltrattanti, ha deciso di chiedere al GIP l’adozione della misura cautelare ritenuta, al momento, più idonea degli arresti domiciliari in abitazione diversa da quella familiare, con applicazione del “braccialetto elettronico” che permette di segnalare in tempo reale, l’eventuale violazione del provvedimento.

Potrebbe anche interessarti: A Giarre danze caraibiche in una discoteca fantasma

redazione

redazione