17 Maggio 2024

Antincendio boschivo 2024, si partirà già in emergenza

Antincendio boschivo 2024, si partirà già in emergenza

La Sala operativa dei vigili del fuoco


L’appello del comandante provinciale dei vigili del fuoco Salvatore Tafaro: “non finiremo mai di ripeterlo: è fondamentale la prevenzione ed evitare le situazioni di pericolo”

L’estate 2024 si preannuncia più rovente di quella del 2023 e non si può non dare voce a chi interviene in caso di incendi, i vigili del fuoco, ma anche ai sindacati di categoria che ormai da anni denunciano – inascoltati – la carenza di personale e mezzi. E nulla sembra essere cambiato, nonostante gli 83 mezzi appena affidati alla provincia etnea dal Dipartimento regionale di protezione civile alle organizzazioni di volontariato: si parla di 83 mezzi pick up antincendio, di cui 2 Unimog (autocarri fuoristrada).

Le dichiarazioni di Salvaotore Tafaro, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco

Ci prepariamo per giugno all’inizio dell’antincendio boschivo insieme alla Forestale e alle associazioni secondo quanto previsto dalla convenzione siglata dalla Presidenza della Regione e l’assessorato regionale con la Direzione Vigili del fuoco Sicilia. La convenzione prevede un potenziamento delle squadre dedicate interamente dedicate all’antincendio boschivo, per Catania è prevista l’aggiunta di una squadra alla quale se ne unirà un’altra grazie ai fondi riservati dalla Città metropolitana, a protezione dell’Oasi del Simeto”.

Ma basterà?

Permangono alcune carenze di organico, così come servirebbero ulteriori risorse per automezzi di tipo boschivo, ma l’amministrazione centrale sta sopperendo”. Mai inutile è l’appello ai cittadini: “l’attività principale, come ho detto e ripetuto più volte, è e resta quella della prevenzione per evitare danni che poi diventano incalcolabili. Non dobbiamo arrivare all’intervento per spegnere l’incendio”.

A fare da contraltare sono le posizioni dei sindacati di categoria, ad iniziare dalla Fp Cgil

 “Gli incendi sono già iniziati – lamenta Salvatore Di Dio – abbiamo già mezzi fuori servizio e il personale previsto in aggiunta sarà come di norma sempre lo stesso, impegnato in doppi turni”.

Se – avvisa Carmelo Barbagallo, Usbnon verranno dati aumenti di organico e squadre boschive con relativo parco mezzi, e non sulla carta ma reali, a giugno torneremo a protestare sotto la prefettura”.

Potrebbe interessarti: Incendio all’Ex Vittorio Emanuele

Ultimo aggiornamento

Maria Elena Quaiotti

Maria Elena Quaiotti

Maria Elena Quaiotti, Tessera Odg n. 184727 Odg Lombardia. Pavese di nascita, mezzosangue cilena, dall’insana (o forse no?) curiosità. Per asper ad astra, perfino in Sicilia.