16 Maggio 2024

Cardiochirurgia pediatrica di Taormina deve continuare ad operare

Cardiochirurgia pediatrica di Taormina deve continuare ad operare
La Regione formalizza la richiesta di deroga al Ministero
 
In Sicilia possono coesistere in modo permanente due centri di cardiochirurgia pediatrica. Lo sostiene la Regione nella richiesta di deroga al “decreto Balduzzi” inviata al ministero della Salute.

Così resterebbe in funzione il reparto attivo da oltre 10 anni al San Vincenzo di Taormina

Il documento è stato sottoscritto dal presidente della Regione, dall’assessore alla Salute e dai dirigenti generali dei dipartimenti della Pianificazione strategica e delle Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico. L’amministrazione regionale ritiene “imprescindibile” mantenere la funzionalità di entrambe le strutture di eccellenza, con procedure di evidenza pubblica.
L’operatività della Cardiochirurgia pediatrica di Taormina, attualmente in convenzione con l’Irccs Bambino Gesù di Roma, è stata prorogata al 31 luglio 2024, su richiesta del governo della Regione Siciliana. Senza la deroga ministeriale sarebbe destinata a cessare.
Tra luglio 2023 e marzo 2024 sono stati 165 gli interventi eseguiti nella struttura di Taormina. I pazienti provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria ai quali si aggiungono i 167 del centro del capoluogo.

L’ipotesi avanzata al Ministero

Prevede un forte raccordo operativo tra il reparto di Taormina (8 posti letto) e quello di Palermo (12 posti letto). Anche sul piano delle risorse finanziarie, le aziende sanitarie a cui afferiscono i due centri hanno già previsto specifiche risorse nei propri bilanci, nell’ambito della relativa programmazione.

L’operatività di due centri

Ridurrebbe la mobilità sanitaria dalla Sicilia e dalla Calabria, con minori costi “sociali” legati alla trasferte per le famiglie dei pazienti.

Il sostegno del Governo regionale

“Pieno sostegno volto a mantenere l’operatività della Cardiochirurgia pediatrica in funzione da oltre 10 anni al San Vincenzo di Taormina, destinata, altrimenti, a cessare il 31 luglio prossimo”. 

Asec Trade S.r.l.

È quanto dichiara il deputato regionale del Mpa On. Giuseppe Lombardo

“Ci uniamo, con fermezza, alla richiesta del Governatore Schifani. Siamo favorevoli alla disciplina contenuta nel decreto Balduzzi che prevede un polo di cardiochirurgia pediatrica ogni milioni di abitanti”.

“Siamo convinti che la permanenza dell’attuale polo di Taormina sia una risposta imprescindibile sia per le tante famiglie sia per i tanti piccoli pazienti che hanno il pieno diritto di essere curati nel proprio luogo di nascita”.

redazione

redazione