12 Maggio 2024

Catania merita il rispetto dell’ambiente: ripulito il Lungomare

Catania merita il rispetto dell’ambiente: ripulito il Lungomare

 La città di Catania merita il rispetto da parte dei suoi abitanti.
L’
iniziativa “Se la ami non la  sporchi” giunta alla terza edizione edizione, lancia un appello:
avere maggiore rispetto e cura degli spazi pubblici

Asec Trade S.r.l.

Catania merita la cura e il rispetto dei suoi abitanti, prima di ogni cosa. E ogni iniziativa che va in questa direzione, può solo essere positiva. In questo senso, ben s’innesta l’azione “Se la ami non la sporchi“, giunta alla sua terza edizione, promossa dal consigliere comunale Giovanni Magni, sposata dall’amministrazione comunale (clicca qui) sindaco di Catania Enrico Trantino e organizzata da Eleonora Ardizzone.

La zona pubblica interessata dalla pulizia dei vari rifiuti abbandonati, è stato il lungomare di Catania: per meglio dire l’area antistante il playground dell’ex Piazza Nettuno, alias la piazza Franco Battiato consegnata ai catanesi nel dicembre scorso dopo lavori di riqualificazione.

L’obiettivo dell’iniziativa è stato di fare capire che la città va protetta, amata e rispettata. Partendo dalla cura delle aree pubbliche un appello alla comunità di Catania per promuovere il rispetto e la cura degli spazi pubblici.

Fin dall’inizio del suo mandato, Magni ha posto la pulizia urbana al centro delle sue priorità, promuovendo attività volte a migliorare l’aspetto e la vivibilità della città.

La collaborazione con il sindaco Enrico Trantino, noto per la sua sensibilità su questi temi, ha già portato a significativi miglioramenti, ma entrambi sottolineano che il cammino verso una città completamente pulita è ancora lungo.

Catania merita il rispetto dei suoi abitanti, partendo dalla cura dell’ambiente

Una Città pulita è il primo biglietto di visita per gli altri e una necessità per noi stessi – scrive Giovanni Magni in un post nel suo profilo Facebook (clicca qui per leggere il post integrale) -. L’iniziativa “Se la ami non la sporchi” deve andare avanti. La terza edizione avrà luogo al Lungomare di Catania e, a tal proposito, desidero rinnovare l’invito al Sindaco Trantino“.

Pulizia del lungomare. Catania merita il rispetto dell'ambiente

Per fare in modo che i catanesi abbiano cura della propria città, si deve ricorrere anche a iniziative di questo tipo. Si deve ricorrere all’invito del primi cittadino quasi a voler garantire sulla bontà del progetto. Eppure l’azione “Se la ami non la sporchi” è chiara e semplice e non avrebbe motivo di avere un “testimonial” che ne avvalori l’importanza.

"Se la ami non la sporchi", Catania merita il rispetto dell'ambiente

Al lavoro, anche il sindaco Trantino a sinistra e l’assessore Parisi 

L’edizione di quest’anno si è concentrata sul Lungomare di Catania, un’area la cui bellezza subisce spesso un deturpamento a causa dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti.

L’evento ha visto la partecipazione del sindaco Enrico Trantino (che già lo scorso anno aveva dato il buon esempio, indossando guanti e raccogliendo rifiuti nella zona del Castello Ursino), dell’assessore Sergio Parisi (Lavori Pubblici e Infrastrutture, Politiche Comunitarie e Programmazione Fondi di Investimento Europeo, Sport) e di molti giovani appartenenti ad associazioni scolastiche ed universitarie. Ed anche gruppi scout.

Catania merita la cura della sua bellezza

Una città pulita non solo migliora la qualità della vita dei suoi abitanti, ma rappresenta anche il miglior biglietto da visita per chi per i turisti. Non possiamo permettere che l’indifferenza di pochi pregiudichi la bellezza del nostro territorio“, le parole di Magni.

Ringrazio le tantissime persone che hanno preso parte all’iniziativa – ha concluso Giovanni Magni –perché hanno lanciato un messaggio fortissimo a tutti i cittadini catanesi, ovvero che prendersi cura della propria città è un grande atto di amore“.

 

Potrebbe interessarti: Giovanni Magni è il giovane più votato, 1700 voti

Ultimo aggiornamento

freepressonline

freepressonline