21 Aprile 2024

Stagione balneare 2024 quasi al via. Bolkestein permettendo

Stagione balneare 2024 quasi al via. Bolkestein permettendo

Ragusa, Sib: “Si tuteli la balneazione attrezzata, sinonimo di qualità e sicurezza”

Asec Trade S.r.l.

La direttiva Bolkestein va applicata oppure no? E se si, da quando? E a quali condizioni? Nel dubbio, noi andiamo comunque avanti: sembra essere questa la filosofia dei balneari catanesi alla Scogliera e alla Plaja alle prese da un lato con l’allestimento dei lidi che apriranno agli abbonamenti e le cabine il prossimo 7 giugno, e già stanno ricevendo le prenotazioni. Alcune strutture hanno adottato pure la formula dello “sconto”, e si tratta di un cospicuo sconto, se si prenota adesso: circa la metà del prezzo normale.

Dall’altro lato c’è l’incognita del rinnovo delle concessioni su cui le regioni stanno andando in ordine sparso: in Sicilia, applicando il Decreto Milleproroghe, è stata adottata la proroga fino a dicembre 2024 con possibilità di estenderla a tutto il 2025. Anche se appare chiaro a tutti, anche agli stessi balneari, che rinviare un problema non ne costituisce certo la soluzione. E per questo da Catania tanti operatori hanno partecipato lo scorso 11 aprile a Roma in piazza Santi Apostoli a una grande manifestazione organizzata da Sib Confcommercio e Fiba Confesercenti. “Eravamo più di seimila in piazza, tra cui numerosi sindaci e rappresentanti delle regioni” spiega Ignazio Ragusa, presidente regionale Sib. “Il nostro obiettivo? – prosegue Ragusa .- Sensibilizzare il governo nazionale sull’emanazione di una norma a tutela della categoria. Nel più breve tempo possibile”.

Nell’attesa, e in mezzo, resta l’avvio di una stagione balneare, l’ennesima, con gli stessi problemi di sempre: in viale Kennedy ad esempio, non c’è traccia di novità se non l’illuminazione dell’arteria e la prossima attivazione delle telecamere”.

“Anche quest’anno le auto parcheggiando ridurranno buona parte di una carreggiata, resterà la mancanza di una via di fuga in caso di eventi estremi, le biciclette (che, andando tutto bene da giugno arriveranno al viale attraverso la posta ciclabile di via Domenico Tempio) non avranno che la parte iniziale per transitare in sicurezza, ma senza servizi e parcheggi ad hoc. Almeno finora, non se ne è parlato. Anche quest’anno, infine, si dovrà attendere lo sbarramento del torrente Arci che sfocia in mare ed è al centro di una inchiesta per lo sversamento anomalo e inquinante che si era verificato nelle scorse settimane.

La stagione balneare – ricorda Ragusa – come ogni anno inizierà il primo di maggio per concludersi il 31 ottobre, periodo in cui vengono effettuati i campionamenti delle acque a garanzia di salubrità. La stagione abbonamenti avrà invece inizio il 7 giugno, per concludersi l’8 settembre. Molto probabilmente alcune strutture saranno già operative prima di tale data, offrendo un servizio giornaliero e mettendo a disposizione postazioni costituite da ombrelloni e lettini, la presenza dei bagnini per il salvamento e i servizi igienici”.

Ultimo aggiornamento

Maria Elena Quaiotti

Maria Elena Quaiotti

Maria Elena Quaiotti, Tessera Odg n. 184727 Odg Lombardia. Pavese di nascita, mezzosangue cilena, dall’insana (o forse no?) curiosità. Per asper ad astra, perfino in Sicilia.