21 Aprile 2024

L’atleta paralimpico vince due ori a Roma

L’atleta paralimpico vince due ori a Roma

Carmelo Barcella: “Provo sempre a migliorarmi”. L’atleta ha stabilito nei 2000 metri il record mondiale.

Asec Trade S.r.l.

La voglia di superare ogni ostacolo è più forte di tutto. Carmelo Barcella questo lo sa bene. Il campione paralimpico continua a conquistare risultati prestigiosi in campo internazionale. I Championship Italy Open di Canottaggio rowing indoor – costituiscono solo la grande conferma per un’atleta capace di stabilire il record del mondo nei 2mila metri (migliorando sé stesso) e vincere la gara dei 500 m, piazzando secondo nella gara a squadre con la società Rowing Team Catania.

Cosa ha rappresentato questa ennesima esperienza sportiva sul piano emozionale?

Ogni esperienza è diversa l’una dall’altra, ed è sempre nuova ed avvincente, porta sensazioni nuove ed emozioni positive e diverse fra loro. Quando cerco la prestazione o i record, non lo faccio solo per soddisfazione personale o per superare sempre i miei limiti, ma, lo faccio anche per far capire che se ce la faccio io tutti possono riuscire nella vita. Vorrei che qualcuno un giorno possa seguire le mie orme, anche se non necessariamente con i miei risultati o magari anche meglio”.

Lei è un simbolo di inclusione, un grande riferimento del settore paralimpico.

La cosa bella di quest’ultima esperienza di rowing indoor è stata l’aver ricevuto l’affetto del pubblico. Quando ho gareggiato erano tutti a fare il tifo per me, come fossimo allo stadio. Il pubblico mi ha fatto commuovere tantissimo. Queste sono emozioni, gioie, sensazioni, sentimenti indelebili e indimenticabili che rimangono scolpite nel cuore e nella mente”.

Lei pratica tennis tavolo, atletica, rowing, quali differenze?

“Beh, sono tre discipline sportive molto diverse tra loro, la prima è più statica, ma molto mentale e complessa, perché devi capire le intenzioni dell’avversario che hai di fronte: come ti lancia la pallina, come devi rispondere per metterlo sempre più in difficoltà. È una questione di movimenti ben definiti, coordinati, di riflessi pronti e tanta velocità e pertanto tanta attenzione e cognizione mentale. Atletica e rowing sono molto più difficili e non si praticano se non si ha passione. sono di forza, di resistenza, di potenza, di sacrificio, di infinito sudore”.

Nunzio Currenti

Nunzio Currenti