02 Aprile 2024

Pasquetta a Taormina, Interbus non garantisce la corsa

Pasquetta a Taormina, Interbus non garantisce la corsa

Il servizio Interbus – Viaggi in Autobus è nato ad Enna nel 1926 e serve in Sicilia ben 32 città. Nei suoi 95 anni di attività ha accolto l’eredità ed i dipendenti di molte aziende.

Asec Trade S.r.l.

“Per noi di Interbus – recita il claim sul sito web – insieme all’orgoglio di essere italiani, il servizio pubblico al territorio rappresenta, ogni giorno da quasi un secolo, la nostra passione ed il nostro impegno civico”.

Peccato non riscontrare il paventato impegno civico nella disponibilità e flessibilità di alcuni dipendenti durante i giorni festivi (in cui l’afflusso dei pendolari aumenta notevolmente). Ieri, nel tardo pomeriggio (18:40 circa), nei pressi del parcheggio Interbus di Taormina si è verificato uno spiacevole episodio quando più autisti hanno negato la corsa ad una famiglia regolarmente munita di biglietto di ritorno per Giardini Naxos. Questi avevano acquistato – unitamente – i biglietti di andata per Taormina ed i rispettivi di ritorno per Giardini Naxos non appena saliti sull’Autobus diretto per la città collinare. La motivazione di tale disservizio? Sui biglietti non era indicato l’orario della corsa di ritorno. 

“I nostri autobus sono pieni. Non possiamo farvi salire. Sui vostri biglietti di ritorno non è indicato l’orario. Perché avete acquistato questi biglietti? Durante i giorni festivi dev’essere indicato l’orario della corsa. I vostri sono biglietti aperti, se non ci sono posti nei prossimi Autobus rischiate di rimanere a Taormina”. Questo è ciò che gli autisti hanno risposto all’ormai spazientita famiglia che ha più volte chiesto al personale Interbus aiuto e comprensione senza che le loro lecite richieste – in quanto paganti – venissero accolte. Con il passare del tempo sul posto sono arrivati altri visitatori con lo stesso problema: sui loro biglietti non era indicato l’orario della corsa di ritorno.

“Non possiamo aiutarvi – ha risposto con poco garbo l’addetta alla biglietteria (in foto copertina) -. I biglietti non possono essere modificati. Per voi non è possibile nemmeno acquistarne altri. Mi spiace. Non so perché il mio collega abbia venduto dei biglietti senza indicare l’orario della corsa di rientro. Non è colpa mia”. 

Insomma, un continuo scarico di colpe che non avrebbe portato alla risoluzione del problema; solo dopo l’intimidazione dell’arrivo dei Carabinieri, si è giunti ad una conclusione. Tra tutti i dipendenti ed autisti Interbus presenti solo uno tra questi non ha voltato le spalle al problema in atto. Quest’ultimo si è dimostrato comprensivo, sensibile, paziente e disponibile nei confronti di tutte quelle persone che rischiavano di non rientrare a Giardini Naxos. Così – senza perseverare la caccia al venditore di quei biglietti “aperti” – ha fatto accomodare i turisti e la famiglia sull’autobus diretto verso la Stazione di Giardini Naxos.

Tutto è bene quel che finisce bene. Chiaro che un servizio così lacunoso non da lustro ne al buon nome dell’azienda di trasporti – che opera sul territorio da anni – ne al Comune di Taormina.

Ultimo aggiornamento

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà (OdG Sicilia N^ 177881). Classe 1996. Giornalista e Dott.ssa in “Lingue e Letterature Comparate”. Appassionata di cultura e spettacolo: “Se non mi trovi cercami a Teatro”.