22 Marzo 2024

“Tornami lo stipendio”, ma l’accusa di estorsione è falsa

“Tornami lo stipendio”, ma l’accusa di estorsione è falsa

Assolti dalle accuse di estorsione con la formula perché il fatto non sussiste. I due imputati furono arrestati nel 2022.

Asec Trade S.r.l.

L’accusa era chiara: con la minaccia di licenziamento un uomo doveva tornare al suo datore di lavoro l’eccedenza di mille euro dello stipendio che finiva nelle mani di un dirigente dell’azienda. L’accusa pertanto era di Estorsione aggravata e continuata in concorso. Il 21 marzo arriva la decisione di non luogo a procedere da parte del Gip Carlo Cannella perché il fatto non sussiste.

Il legale di due imputati Pietro Ivan Maravigna commenta: “Ci troviamo dinnanzi all’ennesimo caso di false accuse che riescono ad alimentare procedimenti penali nei confronti di soggetti innocenti con danni non certamente irrilevanti. Questa volta è il turno di un dipendente infedele che, per coprire le sue appropriazioni indebite di somme di denaro percepite per conto dell’azienda e per fare fronte ai debiti accumulatia causa della ludopatia, ha ben pensato di calunniare i propri vertici aziendali. Il mancato, e ci si consenta di dire doveroso, vaglio delle sue traballanti dichiarazioni, ha decapitato un’azienda per diversi mesi costringendola alla richiesta di autofallimento. Adesso si dovrebbe dire  che la Giustizia alla fine trionfa sempre. Ma oramai il danno è stato fatto con conseguenze gravissime per chi finisce in questo tritacarne”.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.