15 Gennaio 2024

Rodano (sindacato MP) in visita alla DIA di Catania

Rodano (sindacato MP) in visita alla DIA di Catania

    Il Segretario Generale provinciale di Catania del sindacato di polizia MP, Vice Questore Polstato i.q. dr. Marcello Rodano, si è recato, nel pomeriggio odierno, in visita di cortesia presso il centro D.I.A. di Catania, alla cui direzione si è di recente insediato il dr. Giuseppe Emiddio, navigato investigatore della Polizia di Stato che annovera, nel suo fitto curriculum, una significativa collaborazione con il magistrato anti ndrangheta Nicola Gratteri.

Sul doveroso gesto di cortesia, da parte del Segretario provinciale MP Marcello Rodano, ha prevalso il forte legame personale che lo lega al dr. Giuseppe Emiddio, unitamente al quale ha frequentato, nel lontano anno solare 1999, il corso per funzionari di polizia presso l’allora Istituto Superiore di Roma.

Durante la visita, il dr. Emiddio ha fornito, al suo gradito ospite, un quadro prospettico delle linee guida a cui si attiene la D.I.A. nell’assolvimento dei suoi delicatissimi compiti istituzionali, che sono espressione diretta di quella sinergia fra Polizia di Stato, Guardia di Finanza e Carabinieri che fà, dell’ufficio in argomento, l’organismo di punta nella lotta alla mafia e alla criminalitá organizzata in genere.

Il dr. Giuseppe Emiddio, che in passato ha svolto servizio anche alla Squadra Mobile di Catania, si è dichiarato ben felice di essere ritornato, dopo plurime esperienze professionali che lo hanno tenuto fuori dalla Sicilia e dalla provincia etnea, nella sua natia Catania e considera tale circostanza uno sprone ulteriore alla profusione di un impegno professionale che sarà improntato a quella solerzia, equanimità, determinazione e perseveranza che hanno sempre accompagnato i suoi lunghi anni di servizio e che hanno costituito il necessario retroterra professionale per l’ambito traguardo della direzione di un apparato d’eccellenza quale è il centro D.I.A. di Catania, a cui adesso è approdato.

La designazione alla dirigenza di un ufficio dalle competenze notoriamente complesse e istituzionalmente preposto ad arginare gli agguerriti sodalizi mafiosi, rappresenta, per quei dirigenti della Polizia di Stato che, come il dr. Emiddio, hanno accumulato anni e anni di strenue impegno nella lotta alle varie forme di criminalitá organizzata operanti nel meridione d’Italia, un’attestazione ufficiale di valore professionale e di prestigio istituzionale. Ai necessari presupposti di carriera per ricoprire detto incarico di vertice, si deve altresì associare l’indispensabile autorevolezza personale del dirigente designato, requisito imprescindibile per chi è preposto a gestire i rapporti gerarchici con gli appartenenti alle diverse forze di polizia. 

Al neo dirigente dell’importante ufficio investigativo interprovinciale, il Vice Questore Rodano ha fatto dono, prima di accomiatarsi, di un pregevole calendario storico sulla Polizia di Stato, edito dal sindacato MP, la cui artistica e suggestiva grafica farà d’ora in poi bella mostra di sé fra i tanti memorabilia e cimeli commemorativi che adornano l’ufficio del dr. Giuseppe Emiddio.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione