30 Novembre 2023

Catania, il teatro come attività sociale e culturale

Catania, il teatro come attività sociale e culturale

L’1 dicembre la compagnia torinese nel quartiere periferico catanese di San Giovanni Galermo per un workshop teatrale con i ragazzi della cooperativa sociale Prospettiva all’interno del progetto “Chalermo” organizzato da Zō Centro Culture Contemporanee. Il 2 dicembre Stalker porta in scena da Zō lo spettacolo -performance “Alter” per la rassegna teatrale AltreScene. Poco prima incontro sull’arte con gli studenti catanesi.

Asec Trade S.r.l.

Catania, 1 dicembre 2023, Coop. Sociale Prospettiva, h.9, laboratorio teatrale Chalermo
Catania, 2 dicembre 2023, Zō Centro Culture Contemporanee, h. 19.30, incontro con studenti
Catania, 2 dicembre 2023, Zō Centro Culture Contemporanee, h. 21, spettacolo “Alter”, € 15

www.zoculture.it

Il nucleo artistico della compagnia torinese Stalker Teatro lavora insieme fin dalla fondazione del “Collettivo politico” all’Accademia di Belle Arti di Torino nel 1975, il periodo di massimo splendore del tumulto culturale e politico italiano post-68. Ciò ha lasciato un segno duraturo nel lavoro della compagnia, caratterizzato da un forte impegno per la sperimentazione artistica in situazioni socialmente sensibili e stimolanti.

Stalker per “Chalermo”. Non è un caso, infatti, che Stalker Teatro, per la sua vocazione sociale, per il secondo anno consecutivo, è tra i partner di Zo Centro culture contemporanee di Catania per il progetto sociale e culturale “Chalermo” organizzato dal centro culturale catanese con la cooperativa sociale Prospettiva di San Giovanni Galermo. Il progetto “Chalermo” è  sostenuto dal Comune di Catania con i fondi del Ministero della Cultura attraverso l’iniziativa “Palcoscenico Catania, la bellezza senza confini!” finalizzata a portare la cultura anche nelle periferie e nei centri storici più difficili. Dopo il laboratorio delle con la compagnia francese Cie AnteprimA, nella mattinata di venerdì 1 dicembre il progetto “Chalermo” organizza nella sede di Prospettiva il laboratorio teatrale di Stalker Teatro. «Un laboratorio con ragazzi pre-adolescenti che ha come base l’improvvisazione teatrale e la narrazione collettiva – spiega Pamela Toscano, project manager di Zo –, un modo per fornire ulteriori strumenti di socializzazione».

Stalker per AltreScene. Una volta a Catania, la compagnia Stalker sarà la protagonista dello spettacolo “Alter”, in scena da Zo sabato 2 dicembre, alle 21, per AltreScene, la rassegna di teatro contemporaneo. “Alter” è un viaggio emozionante nell’arte contemporanea, un’affascinante performance visiva per scoprire la bellezza e lo straordinario mondo dell’arte moderna e contemporanea. Avvincente, emozionale, visionaria, di facile accesso, è un’opera che svela la magia dell’arte, aperta a un pubblico eterogeneo. Dalle forme metafisiche di Giorgio De Chirico alle misteriose sculture di Tony Cragg, passando per le opere di Michelangelo Pistoletto, “Alter” è una sorprendente performance dal vivo che guida lo spettatore in un’affascinante avventura nell’arte moderna e contemporanea. La regia è di Gabriele Boccacini con Stefano Bosco, Dario Prazzoli, Elena Pisu, Erika di Crescenzo, Gigi Piana, musiche originali di Riccardo Ruggeri. Luce Giorgio Peri, produzione Stalker Teatro.

Prima dello spettacolo, alle ore 19.30, è previsto un incontro, con la compagnia Stalker Teatro e gli studenti dell’Università di Catania e dell’Accademia di Belle Arti di Catania moderato da Pamela Toscano e Ambra Stazzone, docente dell’Accademia, sul ruolo dell’arte oggi.

Biglietti: € 15 intero al botteghino, € 6 ridotto studenti al botteghino, prevendite su https://dice.fm/partner/dice/event/5l9k8-alter-stalker-teatro-2nd-dec-z-centro-culture-contemporanee-catania-tickets Info: 095.8168912 da lunedì a venerdì (dalle 10 alle 13).
Zo Centro culture contemporanee: piazzale Rocco Chinnici 6, Catania.

Il resto della stagione 2023-2024 di AltreScene

9 dicembre 2023, ore 21

“Venere e Adone. Siamo della stessa mancanza di cui sono fatti i sogni”, di e con Roberto Latini, musica e suono Gianluca Misiti, luce Max Mugnai, costume Gianluca Sbicca. Produzione Compagnia Lombardi Tiezzi.

23 dicembre 2023, ore 18

“Anapoda” di e con Federica Aloisio e Sabrina Vicari, musiche Angelo Sicurella, costumi Sabrina Vicari (Consuendi), luci Danila Blasi. Produzione PinDoc (per un pubblico a partire dai 6 anni).

27 gennaio 2024, ore 21

“Nives” dal romanzo di Sacha Naspini, con Sara Donzelli e Graziano Piazza, regia di Giorgio Zorcù, riduzione per la scena e drammaturgia Riccardo Fazi, suono Umberto Foddis, luci Marcello d’Agostino,

costumi Marco Caboni. Produzione Accademia Mutamenti.

11 febbraio 2024, ore 18

“Circo capovolto” di Andrea Lupo tratto dal romanzo di Milena Magnaniregia, regia di Andrea Paolucci,

con Andrea Lupo, musiche di David Sarnelli. Produzione Teatro delle Temperie in collaborazione con Teatro dell’Argine.

23 marzo 2024, ore 21

“E’ bello vivere liberi!” di e con Marta Cuscunà. Disegno luci Claudio “Poldo” Parrino, luci e audio Marco Rogante, oggetti di scena Belinda De Vito. Co-produzione Centrale Fies, Operaestate Festival Veneto.

6 aprile 2024, ore 21

“Geppetto 201” tratto dal romanzo di Fabio Stassi “Mastro Geppetto”, regia Elisa Canessa con Federico Dimitri e Andrea Noce Noseda, disegno luci Marco Oliani, musiche originali Morten Qvenild. Produzione Compagnia Dimitri/Canessa.
5 maggio 2024, ore 18

“Felicia” di Stefania Ventura e Quinzio Quiescenti liberamente ispirato all’albo illustrato di Lisa Biggi e Monica Barengo, con Stefania Ventura, trainer Quinzio Quiescenti, marionetta ibrida Giorgia Goldoni, luci Gabriele Gugliara, scene Quinzio Quiescenti. Produzione Quintoequilibrio e Teatro Evento con il sostegno di Spazio Franco Palermo.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione