06 Novembre 2023

Catania, la formazione politica di GenerAzioni

Catania, la formazione politica di GenerAzioni

Catania ha ospitato nel weekend una tappa di Connessioni, all’interno del progetto formativo GenerAzioni portato avanti dall’istituto politico Pedro Arrupe di Palermo, diretto da padre Gianni Notari.

Concepita come una moderna scuola di formazione all’impegno sociale e politico, GenerAzioni è un vero proprio cantiere intergenerazionale che facilita connessioni tra esperienze virtuose presenti nei territori e offre percorsi formativi a persone che desiderano generare processi comunitari di cambiamento. L’ambito di riferimento sarà per chi è formato la partecipazione attiva politica nelle istituzioni, ma anche l’impegno sociale nelle istituzioni non profit e nelle organizzazioni di volontariato.

A Catania allieve ed allievi di GenerAzioni, una cinquantina in tutto di età compresa fra i 18 e i 55 anni provenienti direttamente da Palermo, hanno incontrato l’Arcivescovo mons. Luigi Renna e con lui si sono soffermati a discutere sull’importanza dell’impegno dei fedeli laici nella politica e nel sociale, anche in vista della Settimana sociale dei cattolici in Italia che si svolgerà a Trieste dal 3 al 7 luglio del 2024.

Successivamente, la giornata formativa è stata dedicata alla rilettura dei temi dell’economia e del fare impresa secondo il paradigma della generatività sociale che, insieme a quello pedagogico ignaziano, rappresentano i modelli di riferimento delle attività formative. 

La discussione sull’importanza delle startup innovative e delle imprese sociali nel contesto attuale è stata guidata da Rosario Faraci, professore di Management all’Università degli Studi di Catania, autore del libro “Nient’altro che il futuro” (Edizioni Sindacali, 2022), una pubblicazione dedicata proprio alla prospettiva generativa del fare impresa.

Due momenti di confronto con realtà del Terzo Settore e del mondo dell’innovazione hanno impreziosito la visita a Catania dei partecipanti a GenerAzioni. 

Il primo momento è stato all’interno del quadrilatero di San Berillo, una delle aree più complesse nel cuore del centro storico cittadino, dove opera la cooperativa di comunità Trame di Quartiere, molto attiva in una serie di servizi a beneficio dei residenti, dei migranti e di quanti insistono nel rione, spesso con grandi disagi sociali.

Il secondo momento di confronto, nella sede provinciale delle ACLI, è avvenuto con due esempi di innovazione sociale promossi da giovani imprenditori. Daniele Lombardo, nella qualità di fondatore della PMI innovativa, ha presentato l’esperienza di Behaviour Labs nell’informatica per la robotica a supporto dei soggetti affetti da problemi dello spettro autistico. Antonio Leonardi, come co-fondatore della startup innovativa Letss, ha illustrato l’applicazione informativa Guardian-Safely Around specializzata nella selezione di percorsi sicuri, geolocalizzazione e richieste di aiuto per donne e giovani nelle strade e nei quartieri delle grandi città.  

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione