26 Ottobre 2023

Belpasso ricorda Veronica Valenti, vittima di femminicidio

Belpasso ricorda Veronica Valenti, vittima di femminicidio

“Oggi è stata una giornata di commemorazione che ancora una volta ha portato la comunità a riflettere e a fermarsi davanti alla conseguenza della violenza che è la morte psicologica relazionale e anche fisica”.

Asec Trade S.r.l.

Il comprensorio etneo stamattina ha ricordato Veronica Valenti uccisa brutalmente dal suo ex senegalese il 26 ottobre 2014 con 35 coltellate. L’uomo non accettava che Veronica si rifiutasse di tornare insieme a lui tanto da chiederle un incontro chiarificatore il quale fu fatale per la trentenne.

Le parole di Elisa Romeo, vice presidente di “For Life” Associazione contro la violenza di genere: “Le vittime hanno famiglie. Oggi ci siamo recati alla Villa Comunale di Belpasso non solo per ricordare Veronica ma per capire come contrastare la violenza. Eravamo riuniti a testimoniare la tragedia, la lotta della militanza e il dolore che non passerà mai. Allo stesso tempo cerediamo nella speranza, nella forza dell’amore dell’impegno comune sul fronte della violenza e dell’indifferenza e giudizio davanti a questa è alle vittime che miete che siano uomimi o donne.

Ringrazio tutte le volontarie che erano presenti. Grazie ad Anna che ha parlato del dolore della sua famiglia mettendo il suo cuore in primo piano ed alla sua meravigliosa bambina che con tre parole ci ha insegnato cosa fare quando è corsa verso Giovanna Zizzo mentre raccontava della sua Lauretta uccisa a soli 11 anni. Insieme possiamo fare la differenza, For Life non è uno slogan ma una missione. Incoraggio chi in questi mesi è stato/a in silenzio a lanciare un segnale ovunque vi troviate di sostegno, solidarietà, vicinanza e incoraggiamento”.

Il sindaco Carlo Caputo ha dichiarato: “Il motivo alla base dell’omicidio è purtroppo comune a quello di molti femminicidi: l’incapacità di rassegnarsi davanti a una storia che finisce. La nostra generazione ha certamente fatto molto i passi in avanti rispetto al passato, sebbene anche noi siamo cresciuti con “modelli di rapporto uomo – donna” non perfettamente equilibrati. Manca ancora tanto per avere un universo perfettamente allineato, ma questo deve essere accompagnato anche da leggi che “nascono”, società che mutano nel profondo, cultura e mentalità che si evolvono. Tutto questo è possibile solo se si continuano a lanciare istanze, a ricordare, a parlare, ad avere il coraggio di denunciare”.

Ultimo aggiornamento

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà (OdG Sicilia N^ 177881). Classe 1996. Giornalista e Dott.ssa in “Lingue e Letterature Comparate”. Appassionata di cultura e spettacolo: “Se non mi trovi cercami a Teatro”.