12 Ottobre 2023

Minacciarono giornaliste, Pm chiede condanna per Niko Pandetta e Andrea Zeta

Minacciarono giornaliste, Pm chiede condanna per Niko Pandetta e Andrea Zeta

Il pubblico ministero Valeria Verga ha chiesto la condanna a un anno per i cantanti Niko Pandetta e Andrea Zeta.

Le accuse sono di diffamazione e minacce verso due giornaliste della testata online Meridionews: Luisa Santangelo e il direttore del giornale Claudia Maria Campese. La richiesta di condanna di Niko Pandetta, all’anagrafe Vincenzo, nipote del boss Turi Cappello, e Filippo Zuccaro, in arte Andrea Zeta, figlio del boss Maurizio, è stata avanzata alla Quarta sezione penale del Tribunale di Catania. Secondo l’accusa le giornaliste sono assistite da Sergio Ziccone e Goffredo D’Antona, per un articolo sui rapporti dei cantanti con il loro familiari condannati per mafia, pubblicato nel 2018 sulla testata online sono state pesantemente insultate e minacciate da Pandetta e Zeta, difesi da Mary Chiaramonte e Salvo Centorbi.

Asec Trade S.r.l.

Niko Pandetta attualmente è in carcere a Siracusa per scontare una pena residua per droga. Ad Andrea Zeta, invece è stato impedito di esibirsi in un concerto in piazza durante una festa in provincia di Ragusa. La prossima udienza si terrà il 22 febbraio con le arringhe difensive.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.