13 Settembre 2023

Scuole, appello Codacons: “Non aprire istituti che non garantiscono la sicurezza”

Scuole, appello Codacons: “Non aprire istituti che non garantiscono la sicurezza”

Con la riapertura in Sicilia delle scuole torna alla ribalta la questione sicurezza degli edifici scolastici, con gli ultimi dati che registrano un record di crolli e cedimenti in tutta Italia tra il 2022 e il 2023.

Asec Trade S.r.l.

Un problema annoso quello dell’edilizia scolastica che ancora non è stato risolto, con molte strutture che risultano non a norma sul fronte antisismico, incendi, agibilità e rappresentano un potenziale pericolo per studenti e insegnanti.

Chiediamo oggi ai presidi di non aprire le scuole a rischio, quelle cioè che necessitano di interventi strutturali urgenti di messa in sicurezza o che non dispongono di tutti i certificati previsti dalla normativa – afferma il Prof. Francesco Tanasi giurista e Segretario Nazionale – I presidi hanno il dovere di garantire l’incolumità degli studenti e del personale scolastico, e possono attivarsi per impedire situazioni di pericolo all’interno degli istituti.

“In assenza di misure adeguate, siamo pronti a chiedere in tutta Sicilia l’intervento dei Prefetti affinché dispongano la chiusura coatta delle scuole che presentano carenze tali da mettere a rischio l’incolumità di ragazzi, insegnanti e personale scolastico” – conclude Tanasi.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione