08 Settembre 2023

Caro voli e tagli di Ryanair per la Sicilia

Caro voli e tagli di Ryanair per la Sicilia

Cannata (FdI): “evitiamo scontri, giovedì tavolo di confronto. Invitiamo il Ceo in Sicilia”.

“La Sicilia non merita oggi sterili polemiche divisive tra maggioranza e opposizione, semmai bisogna essere tutti uniti per far comprendere le esigenze dei siciliani e della sua mobilità. Ho letto dichiarazioni dell’on. Catanzaro e dunque invito tutti a evitare scontri con il Governo e a lavorare per la difesa degli utenti, dei cittadini. Non si fa il bene della nostra terra se si presta il fianco alle lobbies o ai potenti di turno. Il Governo è propositivo, a differenza delle opposizioni, e in tal senso nei prossimi giorni avrà luogo un tavolo di confronto”.

Il parlamentare nazionale di Fratelli d’Italia, Luca Cannata, interviene così in merito all’appello della compagnia aerea low cost al Governo italiano perché abroghi il provvedimento che impone il tetto alle tariffe per i voli sulle isole e replica alle parole del capogruppo del Pd all’Ars, Michele Catanzaro, contrario alla norma contro il caro-voli e a sostegno invece delle compagnie aeree.

Ryanair ha già annunciato il taglio di alcune tratte, ma il Governo si è confrontato con tutte le compagnie e giovedì il ministro del Made in Italy Adolfo Urso siederà a un tavolo di confronto collettivo per raggiungere l’obiettivo: dare un servizio adeguato a prezzi accessibili. Il ministro ha sottolineato che molte imprese si orientano verso piani di incremento dei loro voli nel nostro Paese e si augura che anche Ryanair cambi idea.

“Ricordo a chi fa polemica – conclude l’on. Cannata – che il presidente della Regione e il ministro si confrontano già con tutti, al di là degli schieramenti politici, e si muovono esclusivamente per tutelare i siciliani. La lotta al caro voli va proprio in questa direzione. Semmai tutti insieme  aiutiamo il Ceo di Ryanair a comprendere le necessità della nostra terra evitando tagli ai voli e mantenendo tariffe eque che troveranno solo apprezzamenti. Da noi mai nessuno si sognerà di usare una torta per colpire in faccia altri, ma semmai troverà accoglienza nel segno delle prelibatezze tipiche. E dunque anzi invitiamo il Ceo a venire in Sicilia per trovare le giuste soluzioni, tra un assaggio di cassata e cannolo”.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione