18 Luglio 2023

San Gregorio, richiesto il raggiungimento minimo della raccolta differenziata

San Gregorio, richiesto il raggiungimento minimo della raccolta differenziata

I Consiglieri Comunali del gruppo consiliare “Progetto Civico per San Gregorio” Eleonora Suizzo ed Emanuele Di Mauro chiedono il raggiungimento minimo della raccolta differenziata.

Asec Trade S.r.l.

L’interrogazione nasce dalla constatazione di uno stato di degrado e sporcizia dell’intero territorio comunale a fronte di un notevole incremento della TARI che in un periodo di recessione economica diventa eccessivamente oneroso per le tasche di ogni cittadino.

Suizzo e Di Mauro sottolineano che è obbligo dell’aggiudicatario eseguire – sin dal primo anno di servizio e per ogni anno di servizio – uno studio sul materiale conferito in discarica, in modo da individuare da cosa sia costituito ed al fine di attivare convenzioni con industrie per ridurre i rifiuti.

Il Comune è inoltre tenuto a corrispondere al Comune degli importi delle penali previste dalla normativa regionale sul mancato raggiungimento degli obiettivi minimi di raccolta differenziata (ad esempio 500 € al giorno per la chiusura isola ecologica che il Comune ha affidato all’ATS con rappresentanza “Dusty Srl – Ambiente 2.0 SCARL per la durata di anni sette a decorrere dal 1 marzo 2020, per un importo corrispettivo totale pari a 8.865.014,90€).

Tra i servizi da eseguire – oltre la raccolta dei rifiuti di qualsiasi genere – vi è lo spazzamento e lavaggio stradale comprensivo dello svuotamento dei cestini gettacarte, diserbo e scerbatura, la rimozione di siringhe, deiezioni animali e carcasse animali, la manutenzione di lavaggio carrellati, cassonetti ecc.

I due Consiglieri chiedono: la frequenza giornaliera di raccolta materiale differenziato/rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi che gli utenti depositano al di fuori degli orari previsti; l’attivazione di un sistema di raccolta dati che consenta l’attivazione della tariffa puntuale; l’utilizzo di un parco mezzi costituito interamente da mezzi ibridi elettrici metano o gpl con recupero di energia in frenata; un servizio di scerbamento; monitoraggio mensile sulla percentuale di raccolta differenziata.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione