07 Luglio 2023

Definitivo l’ergastolo per Davide Garofalo, il barelliere della morte

Definitivo l’ergastolo per Davide Garofalo, il barelliere della morte

Carcere a vita per Davide Garofalo, il barelliere che uccideva i malati terminali per una provvigione sui servizi funerari.

Asec Trade S.r.l.

Tre i casi accertati dall’inchiesta dei Carabinieri. Per la Cassazione non c’é dubbio, Davide Garofalo uccise tre malati terminali con una iniezione letale di aria durante il trasporto dall’ospedale di Biancavilla alle loro abitazioni. L’inchiesta, coordinata dalla Procura di Catania e che fece scalpore a livello nazionale, fu agevolata dalle testimonianze dei fratelli Luca e Giuseppe Arena, ex imprenditori nel settore dei servizi funebri, che denunciarono le cosce mafiose.

Secondo quanto ricostruito nelle fasi del procedimento giudiziario, Garofalo dal 2014 al 2016, uccise Salvatore Gagliano, Agatina Triscari e Salvatore Cadile. Gli omicidi li commetteva all’interno dell’ambulanza privata durante il trasporto verso le loro abitazioni. Iniettava endovena dell’aria fino a provocare delle embolie mortali. Il guadagno era di circa 300 euro, dato “in regalo” dalle famiglie per la vestizione dei cadaveri. La somma poi veniva divisa con le cosce di Biancavilla e Adrano. L’ambulanza utilizzata era proprio dei fratelli Arena, costretti a cederla in utilizzo, dalle cosce.

L’altro imputato Agatino Scalisi è stato già condannato a 30 anni (pena ridotta a 13), con rito abbreviato, per l’omicidio di un’anziana signora avvenuto il 4 aprile del 2014.

Ultimo aggiornamento

Salvo Giuffrida

Salvo Giuffrida

Salvatore Giuffrida (OdG Sicilia N^ 171391). Classe 1970 giornalista (ex chimico). Il mio motto: “Seguire ma mai inseguire”.