24 Maggio 2023

Asp Catania, concluso il Progetto Life skills e resilienza

Asp Catania, concluso il Progetto Life skills e resilienza

Il percorso formativo, rivolto agli insegnanti di cinque Istituti scolastici della provincia, è stato articolato in cinque moduli di 16 ore ciascuno, per complessive 80 ore di lezioni teorico – pratiche e di tirocinio.

Asec Trade S.r.l.

Si svolgerà oggi, 24 maggio, dalle ore 16.00, presso i locali dell’UO Educazione e Promozione della Salute dell’Asp di Catania (in via Bambino, 32), l’incontro conclusivo del progetto Life Skills e Resilienza, realizzato nell’ambito del Programma Predefinito 1 del Piano Regionale della Prevenzione 2020-2025, e rivolto agli insegnanti con lo scopo di fornire loro metodologie e strumenti per sviluppare le life skills e utilizzarle attraverso la didattica quotidiana.

Il percorso formativo è stato articolato in cinque moduli di 16 ore ciascuno, per complessive 80 ore di lezioni teorico-pratiche e di tirocinio, nel corso delle quali sono state approfondite le seguenti tematiche:

  • comunicazione efficace ed empatia
  • capacità di relazioni interpersonali e consapevolezza di sé
  • gestione delle emozioni e gestione dello stress
  • risoluzione dei problemi e prendere decisioni
  • pensiero creativo e pensiero critico.

Nel corso dell’incontro verrà presentato anche un report delle attività formative realizzate, e saranno consegnati gli attestati di partecipazione.

Gli insegnanti che hanno partecipato al progetto potranno offrire un supporto qualificato allo sviluppo della Rete “SALUS Scuole SHE Sicilia”, l’iniziativa nata dalla sinergia tra l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, diretto da Giuseppe Pierro, e il Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico (DASOE) dell’Assessorato alla Salute, diretto da Salvatore Requirez.

Cinque le scuole del territorio partecipanti:

  • 1° I.C. “G. Russo” di Giarre
  • I.C. “Battisti” di Catania
  • I.C. “Vittorino Da Feltre” di Catania
  • I.C.S. “Sauro/Giovanni XXIII” di Catania
  • I.S.  “Ettore Majorana” di Scordia

Il percorso formativo è stato progettato da una cabina di regia interistituzionale che ha coinvolto l’Unità Operativa Educazione e Promozione della Salute, diretta da Salvatore Cacciola; il Dipartimento di Prevenzione, guidato da Antonio Leonardi; il Servizio Territoriale Dipendenze patologiche, diretto da Fabio Brogna; l’Ufficio Scolastico Provinciale retto da Emilio Grasso; e da una rappresentanza di insegnanti.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione