27 Febbraio 2023

Coppia di pregiudicati a passeggio con armi e droga

Coppia di pregiudicati a passeggio con armi e droga

In via Gustavo Vagliasindi, a Catania, erano a bordo di una Smart con armi e droga. Un amico li avverte: “Ci su i vaddia”. 

Asec Trade S.r.l.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato in flagranza per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso un uomo di 27 ed una donna di 36 anni, entrambi catanesi e pregiudicati, denunciando altresì quest’ultima anche per porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Nel pomeriggio i militari del Nucleo Operativo, transitando   in via G. Vagliansindi hanno incrociato una Smart con a bordo un uomo ed una donna, già conosciuti per pregresse vicende giudiziarie.

Pertanto i Carabinieri hanno deciso di monitorarli ed hanno notato che, di lì a poco, i due hanno parcheggiato l’autovettura e sono rimasti all’interno dell’abitacolo come se fossero in attesa di qualcuno, destando in tal modo il sospetto dei militari, che hanno così deciso di effettuare un controllo dell’autovettura, avvicinandosi alla quale hanno udito un giovane che si trovava nei pressi dare l’allarme per la loro presenza e darsi quindi alla fuga <<… ci sù i vaddia!!! …>>.

La perquisizione nei confronti dei due soggetti ha dato riscontro alle ipotesi dei militari, in quanto il 27enne è stato trovato in possesso di 18 dosi di marijuana già singolarmente confezionate per la vendita al dettaglio, che nascondeva all’interno delle tasche dei pantaloni, nonché di un altro involucro con ulteriori 65 grammi della stessa sostanza stupefacente e della somma di € 110,00, anch’essa sequestrata perché ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Analoga ricerca, effettuata da un Carabiniere donna sulle 36enne, ha permesso di rinvenire nella borsa di quest’ultima una dose di marijuana ed un coltello a serramanico con lama a punta.

Il 27enne e la 36enne sono stati posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha convalidato l’arresto disponendo per l’uomo la sottoposizione agli arresti domiciliari mentre per la donna l’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione