13 Luglio 2022

L’infermiere uccise per vendetta contro l’ospedale Cannizzaro

L’infermiere uccise per vendetta contro l’ospedale Cannizzaro

L’infermiere dell’ospedale Cannizzaro di Catania avrebbe ucciso per vendetta, contro l’azienda, che lo aveva trasferito di reparto.

Asec Trade S.r.l.

Vincenzo Villani Conti, avrebbe scelto a caso le due vittime e le avrebbe causato la morte somministrandole delle dosi massicce di Diazepam e Midazolam, mentre era in servizio presso il reparto Medicina e Chirurgia d’Accettazione e Urgenza del nosocomio cittadino. All’uomo, attualmente in carcere, si è arrivati dopo la riesumazione dei cadaveri, gli accertamenti tecnici e le analisi tossicologiche. Da queste si è accertato il decesso era avvenuto alla fine del turno di Villani Conti e che: “Sia nei campioni biologici dei due pazienti i dati relativi al Midazolam e al Diazepam sono compatibili con una somministrazione delle sostanze avvenuta pressoché contemporaneamente (…) determinando un aumento reciproco degli effetti tossici sull’apparato respiratorio. Considerando le condizioni cliniche delle due pazienti, la grave compromissione della loro funzione respiratoria avrebbe dovuto costituire – ex se – una controindicazione specifica alla somministrazione”.

 

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione