16 Marzo 2022

Grammichele, troppo geloso minaccia la convivente: “Se mi lasci ti ammazzo”

Grammichele, troppo geloso minaccia la convivente: “Se mi lasci ti ammazzo”

Un 28enne è indagato per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori verso la sua convivente.

Una relazione difficile, iniziata nella primavera del 2020, con la donna da subito sottoposta  a sofferenze fisiche e psicologiche, umiliazioni, pesanti ingiurie e minacce di morte: ”…fai schifo…se mi lasci ti ammazzo”. Ad aggravare il quadro anche frequenti aggressioni fisiche da parte dell’uomo che l’avrebbe presa a calci, pugni, afferrata per il collo o per la mascella.

Dietro questi comportamenti la gelosia morbosa dell’uomo che avrebbe anche chiuso a casa la donna privandola del cellulare. La situazione migliorata quando, a causa delle ristrettezze economiche i due sono andati a convivere presso l’abitazione della madre di lei.

Questa circostanza avrebbe determinato l’uomo ad interrompere la convivenza all’inizio del mese di novembre 2021. Ma lontano da lei, l’uomo la perseguita con l’inoltro di innumerevoli messaggi di testo e telefonate. Un giorno l’uomo approfittando del portone aperto, avrebbe raggiunto la donna fin dentro la sua camera da letto allontanandosi e desistendo solo per il sopraggiungere dell’ex suocera allertata dalle grida della figlia.

Nel mese di novembre 2021, l’uomo si sarebbe appostato sotto casa di lei suonando insistentemente il citofono, compiuto gesti di autolesionismo e minacciato di suicidarsi a causa del rifiuto di tornare insieme della donna che, ormai provata dalle sofferenze patite, ha superato ogni riluttanza rivolgendosi ai carabinieri della Stazione di Grammichele.

L’uomo è tuttora sottoposto agli arresti domiciliari.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione