25 Febbraio 2022

Daniele Motta sulla scelta di Belpasso Futura di passare tra i banchi della minoranza

Daniele Motta sulla scelta di Belpasso Futura di passare tra i banchi della minoranza

Trasmettiamo la nota del sindaco del comprensorio etneo Daniele Motta a seguito della decisione di Belpasso Futura di lasciare la maggioranza: “Una decisione che nulla ha a che vedere con l’operato di questa amministrazione!”.

Asec Trade S.r.l.

<< Come forse molti di voi sapranno, ieri il gruppo Belpasso Futura ha deciso di passare tra i banchi della minoranza. Se un po’ mi avete conosciuto in questi anni vi sarete accorti che scelgo di non rispondere quasi mai alle polemiche e alle falsità scritte e dichiarate sul mio conto o sulle mie azioni politico-amministrative. Ritengo che la via dei fatti sia sempre l’unica via perseguibile, così come quella della chiarezza e del dialogo continuo, sia con i miei concittadini che con i componenti dell’Amministrazione. A ulteriore riprova di ciò, in questo caso persino il gruppo Belpasso Futura, nell’esprimere le motivazioni circa la propria decisione, ha escluso che le cause siano dipese da miei comportamenti o azioni. Di questo ne sono felice, lo ammetto.

Non posso, tuttavia, essere felice di tutto il resto… ma ne prendo atto e continuerò a lavorare senza distrazioni per il bene del mio Comune. Ci sono troppi “treni in corsa”  che non vanno persi per la rinascita del nostro paese dopo una Pandemia mondiale che non è ancora del tutto alle spalle, dopo due anni di tragedie, emergenze di ogni tipo e contestualmente allo scoppio di una guerra che certo non aiuta il piano di ripresa e resilienza. Finanziamenti, bandi, opportunità varie si stanno presentando…finalmente! Ma si tratta di cose che richiedono lavoro, studio e sacrificio e certo non posso e non voglio perdermi in lunghe e inutili polemiche. Qualcosa però voglio dirvela per fare chiarezza e fugare ogni dubbio circa la decisione del Gruppo Belpasso Futura. Già in sede di Consiglio Comunale è stato dimostrato che le motivazioni espresse pubblicamente sono solo un pallido tentativo di trovare delle giustificazioni che di fatto non sussistono. La vera motivazione, infatti, è da ricercare nella volontà di provocare una spaccatura politica in vista delle prossime elezioni Regionali 2022 e Comunali 2023. Una decisione discutibile ma lecita purché non si gettino gratuitamente ombre sulle azioni altrui. La mia porta rimane sempre aperta per chiunque volesse dei chiarimenti e delle prove al riguardo.

Le strategie politiche ci stanno. Mi chiedo solo: perché non ammettere la verità? Si tratta di una decisione che nulla ha a che vedere con l’operato di questa amministrazione!

In conclusione confido sul fatto che l’amore per il proprio paese sia più forte di qualsiasi altra cosa e che sulle decisioni importanti future l’Amministrazione, tutta, decida con coscienza e giudizio. Del resto il rapporto minoranza/maggioranza deve avere un carattere “evolutivo”, deve presupporre, cioè, una crescita, un arricchimento ed un eventuale cambiamento se opportuno per il bene della comunità. Questo è sempre stato e sarà, soprattutto adesso, il mio approccio. All’assessore Davide Guglielmino, che non ha aderito all’iniziativa di quello che fino a ieri era il suo gruppo, rinnovo la mia fiducia e apprezzamento per il lavoro svolto e auspico che voglia continuare.

Allo stesso modo ringrazio tutti i componenti della mia Giunta che hanno dimostrato di lavorare con impegno e abnegazione seppur in condizioni di grande emergenza; nonché tutta la squadra di lavoro amministrativa, consiglieri e collaboratori, che non si sono mai risparmiati supportandomi in ogni circostanza. Infine, buon lavoro a tutti, indistintamente, i miei colleghi di questa Amministrazione >>.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione