13 Febbraio 2022

L’Acireale stende il Trapani e rimane aggrappato al primo posto

L’Acireale stende il Trapani e rimane aggrappato al primo posto

L’Acireale grazie alle reti di Russo e Garetto conquista la vittoria ad Aci Sant’Antonio contro il Trapani.

di Stefano Grasso

Un Acireale bello e spietato batte per due reti a zero sul brutto terreno di gioco di Aci S.Antonio il Trapani nella gara valevole per la 23esima giornata di campionato. Infatti, dopo un inizio di partita equilibrato, le reti di Russo nel primo tempo e di Garetto nel secondo tempo hanno steso il Trapani e spento ogni velleità della squadra ospite di portare a casa il risultato.

L’Acireale si presenta in campo con il suo solito 3-5-2, con Garetto preferito a Correnti per via della sua fisicità che risulterà decisiva ai fini  del risultato finale. Alla squadra locale si contrappone il Trapani, altra nobile decaduta del calcio siciliano che sei anni fa ha addirittura sfiorato la serie A, schierato con il 4-3-3, il cui terminale offensivo è Antonio Musso con l’ex De Felice inizialmente in panchina.

Primo tempo

La prima fase è di studio. L’Acireale si lascia preferire nelle trame e nel palleggio ma la squadra ospite, per l’occasione in casacca granata, è brava a non concedere spazi e a rendersi pericolosa in contropiede. Infatti, è il Trapani al 19’ a creare la prima occasione da rete con un tiro di Musso che ci prova dai venti metri ma la palla finisce alta sulla traversa. Al 24’ la squadra di casa si affaccia nell’area avversaria grazie a Cadili, che raccoglie la palla dopo una mischia in area di rigore provocata da un cross velenoso di Tumminelli e ci prova malamente dalla lunga distanza. Al 28’ occasionissima per il Trapani, la difesa della squadra allenata da De Sanzo lascia colpevolmente Russo senza marcatore che chiama e ottiene il passaggio in profondità ma al momento del passaggio decisivo si fa ipnotizzare da D’Alterio che in presa bassa blocca la palla. Al 34’ è l’Acireale a creare un’occasione da gol colossale con il solito Tumminelli che si fa trovare sulla destra e dopo aver superato in velocità il suo diretto avversario la mette in mezzo per l’accorrente Piccioni che non ci arriva per pochissimo. Al 37’ Musso viene servito spalle alla porta che ci prova con una semirovesciata dal limite, ma la palla finisce sul fondo. Al 44’ l’Acireale la sblocca: bellissimo fraseggio tra Tumminelli, Savanarola e Lodi a liberare Russo in area di rigore che con un diagonale rasoterra trafigge la porta difesa da Cultraro.

Secondo tempo

Il secondo tempo è prevalentemente di marca locale. Infatti, già al 2’ minuto di gioco l’Acireale raddoppia grazie a un calcio piazzato battuto magistralmente da Ciccio Lodi, oggi dominante a centrocampo, che mette la palla sulla testa di Garetto, il quale deve solo appoggiare in rete. Pochi minuti più tardi è ancora l’Acireale a sfiorare il tris con Piccioni che, dopo aver lavorato splendidamente la palla per Cottone, cerca di chiudere l’azione sul secondo palo ma spedisce la palla alta. La reazione del Trapani si concretizza al 18’ con un tiro dalla distanza di Spano che non si rende pericoloso e al 26’ con Bonfiglio, apparso il più intraprendente tra i suoi, che ci prova senza risultato da trenta metri. Al 32’ Lodi fa prendere al pallone una traiettoria deliziosa che scavalca Cultraro ma il palo salva la squadra ospite. Al 42’ triangolazione travolgente tra Tumminelli, Savanarola e Ricciardo ma l’attaccante non riesce ad angolare bene il tiro e Cultraro salva il risultato. Al 92’ ultima occasione della partita è di marca ospite con Bonfiglio che sugli sviluppi di un calcio d’angolo raccoglie un pallone dal limite ma la sua conclusione non impensierisce D’Alterio. Prima della conclusione della gara c’è il tempo per Antezza di commettere un brutto fallo su Savanarola, ricevere il secondo giallo e finire anzitempo la gara.

 

A fine gara non si fa prendere dallo sconforto mister Morgia:” Nel primo tempo abbiamo giocato alla pari contro una squadra che non a caso è terza in classifica. Purtroppo il terreno di gioco in pessime condizioni ci ha penalizzato. Mi dispiace non aver fatto risultato sicuramente per i tifosi ma soprattutto per i ragazzi che danno sempre tutto”. Raggiante invece mister Padalina: “Voglio rivedere il gol di Russo perché è frutto di un fraseggio palla a terra straordinario e che abbiamo nelle nostre corde. Abbiamo giocato bene e sono soddisfatto considerando che nel secondo tempo avremmo potuto anche dilagare. Piccioni e Ricciardo, con il loro modo di rapportarsi ai più giovani, fanno la differenza”.

 

 

Acireale-Trapani 2-0: 44′ Russo, 47′ Garetto

IL TABELLINO:

ACIREALE (3-5-2): D’Alterio;,De Pace, Figliomeni (70′ Mollica), Cadili; Tumminelli, Lodi, Garetto, Cottone, Savanarola, Russo (70′ Correnti), Piccioni (77′ Ricciardo). A disp.: Ruggiero, Brumat, Le Mura, Joao Pedro. All. Padalina (De Sanzo in tribuna per squalifica).

TRAPANI (4-3-3): Cultraro,Barbara, Maltese, Bruno, Solimeno, Olivera (75′ De Felice), Antezza, Lupo (57′ Galfano), Vitale (81′ Santarpia), Musso (68′ Bonfiglio), Russo (57′ Spano). A disp.: Recchia, Pagliarulo, Amorello, Pipitone. All. Morgia.

ARBITRO: Marin di Portogruaro Assistenti: Mallimaci e Gigliotti.

MARCATORI: 44′ Russo, 47′ Garetto

NOTE: ammoniti: Musso, Cottone, Lodi, Lupo, Antezza, Maltese.Espulso al 93′ Antezza.

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione