28 Gennaio 2022

Ramacca: per una parola di troppo scatta il pestaggio

Ramacca: per una parola di troppo scatta il pestaggio

Due uomini sono stati arrestati per tentato omicidio di un uomo di 32 anni vittima di un pestaggio. Arrestati devono rispondere di tentato omicidio in concorso.

Lo scorso 13 gennaio in via Giusti a Ramacca due uomini, di 27 e 37 anni, hanno aggredito un 32enne, colpendolo con calci e pugni in varie parti del corpo. L’uomo è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Militello in Val di Catania dove, con prognosi riservata, è stato sottoposto dai medici ad un intervento chirurgico di asportazione della milza ed alle opportune cure necessarie a fronteggiare lo shock da cospicuo sanguinamento.

Dai filmati di videosorveglianza presente nella zona si vede che l’aggressore giunge sul posto con una Fiat Punto. Insieme al complice aggredisce con calci e pugni la vittima che, dolorante a terra, subisce anche un tentativo di strangolamento con una sciarpa. Ad intervenire un passante, allontanato violentemente dal 27enne.

Il Tribunale di Caltagirone ha disposto gli arresti domiciliari per il più giovane mentre, per il 37enne, ne ha confermato la custodia in carcere con la sua permanenza presso la casa circondariale di Trapani.

Il 27enne è stato arrestato mentre da solo si trovava all’interno della villa comunale; il 32enne è stato, invece, rintracciato presso la sua abitazione ove i militari hanno anche rinvenuto gli indumenti indossati al momento dell’azione criminale.

Il “pestaggio” sarebbe stato posto in essere dal 37enne per “punire” la vittima per alcune dichiarazioni denigratorie proferite pubblicamente e genericamente nei confronti degli “assistenti sociali”, categoria di cui farebbe parte la fidanzata dell’aggressore.

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione