21 Novembre 2021

“Eternals” tra supereroi e divinità: il nuovo film del MCU che divide il pubblico

“Eternals” tra supereroi e divinità: il nuovo film del MCU che divide il pubblico

Da azione ad introspezione: la nuova frontiera dei film Marvel.

Asec Trade S.r.l.

Sono passati anni dallo schiocco quasi malthusiano di Thanos, eppure il Marvel Cinematic Universe non cessa di riservare sorprese ai propri fan. Dalla storica conclusione della terza fase, con gli Avengers che riportano il dovuto – a parer loro – equilibro tra gli universi, è come se si fosse aperto un ventaglio multiplo di eventi e narrazioni, fruibili sia attraverso la piattaforma streaming di Disney+ che nei cinema. “Eternals” segna il definitivo ritorno delle pellicole di questo genere al cinema, sancendo così un distacco vero e proprio con gli abbonati streaming – abituati a vedere film come “Cruella”, “Black widow”, proprio a pagamento per il pacchetto vip.

Questi nuovi supereroi, in realtà, sono sempre esistiti e come recita anche la spiegazione – più che doverosa – del trailer costretti a vivere nell’ombra per non interferire negli eventi terrestri.

Lo scopo di quest’ultimi è quello di liberare i terrestri dalla minaccia dei “Devianti”, forme di vita aliene che vogliono conquistare il pianeta, almeno così sembra. Il film diretto da Chloé Zhao aveva così tanti presupposti per essere uno dei migliori degli ultimi anni, a partire dal cast stellare, che vanta di star dal calibro di Angelina Jolie, Kit Harington, Richard Madden – rispettivamente John Snow e Rob Stark de “Il trono di Spade” – e di una serie di effetti speciali che quasi ricordano una sorta di Indiana Jones a spasso nel tempo – persino i nomi di alcuni di loro: Ikaris, Gilgamesh e (A)Thena, ricordano i miti e leggende antiche. Ebbene, questi presupposti non sono bastati per convincere i fan più accaniti, che hanno trovato la trama lenta – sicuramente dovuta per la multi presentazione di personaggi sconosciuti, al grande pubblico – ed una vera e propria svolta nelle due scene credits presenti nei titoli di coda, quasi come se il film avesse fatto da zavorra per la presentazione ufficiale di ErosHarry Styles – e della figura misteriosa di Dane Whitman.

“Eternals” è forse il primo film Marvel introspettivo, meno legato agli effetti visivi – scelta anche della regista, che ha preferito paesaggi e luci reali, piuttosto che green screen costante e post produzione – e per questo convince poco il pubblico, abituato ad una sequenza interminabile dì scene d’azione. Lo stesso pubblico che ha recentemente demolito “Black Widow” per la trama troppo piena dì azione; viene quindi da chiedersi: i fan accetteranno mai questa nuova presa dì posizione dagli studiosi?

Ultimo aggiornamento

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà

Chiara Lucia Germenà (OdG Sicilia N^ 177881). Classe 1996. Giornalista e Dott.ssa in “Lingue e Letterature Comparate”. Appassionata di cultura e spettacolo: “Se non mi trovi cercami a Teatro”.