05 Agosto 2021

Catania, Partito Democratico: legge regionale per sviluppo del territorio

Catania, Partito Democratico: legge regionale per sviluppo del territorio

Partito Democratico Catania: “Necessaria una legge regionale sulla ricerca per definire i ruoli degli operatori del settore in relazione agli obiettivi previsti per lo sviluppo del territorio”.

Asec Trade S.r.l.

Nota del dipartimento “Istruzione e Ricerca” dell’Unione Provinciale Catania del Partito Democratico sui finanziamenti alla Ricerca italiana ed in particolare su quanto previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Per il dipartimento dem etneo, diventa necessaria l’emanazione di una “legge regionale sulla ricerca”. Di seguito la nota integrale.

La Ricerca pubblica italiana sta affrontando momenti complicati sia per quanto riguarda le insufficienti risorse che vengono destinate a uno dei principali, se non il principale, settore di sviluppo del Paese che per quanto riguarda il personale. Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ha previsto 11,77 miliardi sull’asse 4 di istruzione e ricerca che rappresenta soltanto il 5.6 % del finanziamento europeo a differenza di altri paesi che investono percentuali a due cifre.

In merito al personale, continua a permanere, aggravandosi sempre di più, la valorizzazione del personale interno che si inceppa nei meccanismi meritocratici vetusti e privi di senso che soddisfano la convenienza di pochi. Inoltre, l’accesso per coloro che da precari operano da molti anni in enti come il CNR rischia di essere negato così come il rinnovo contrattuale degli operatori del settore che va inquadrato in un contesto nuovo visto che il “Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale”, firmato tra governo e parti sociali, ha modificato l’indirizzo politico e prospetta una modifica profonda sull’intero sistema ricerca soprattutto per ciò che riguarda i suoi operatori.

In questo quadro è il rapporto degli enti di ricerca con il territorio in cui operano e soprattutto nella nostra regione che va ridefinito. Per tutto ciò diventa sempre più necessaria l’emanazione di una “legge regionale sulla ricerca” che permetterebbe di definire i ruoli degli operatori del settore in relazione agli obiettivi previsti per lo sviluppo del territorio. Su questi temi bisogna impegnare la Regione, che fino ad oggi è stata praticamente assente. Il confronto tra le forze sociali e le istituzioni territoriali e regionali deve essere subito aperto e il Partito Democratico su questi temi insieme a questo dipartimento, avvierà iniziative di confronto affinché la ricerca nel territorio e in Sicilia sia protagonista nel processo di cambiamento che anche con le risorse del Pnrr interesseranno le nostre comunità.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione