24 Luglio 2021

Motta Sant’Anastasia, completato iter redazione piano per energia sostenibile e clima Paesc

Motta Sant’Anastasia, completato iter redazione piano per energia sostenibile e clima Paesc

Meno inquinamento atmosferico e aumento della resilienza ai cambiamenti climatici all’interno del territorio comunale: l’Amministrazione Comunale di Motta Sant’Anastasia, guidata dal sindaco Anastasio Carrà, coglie un grande risultato nel settore della cura dell’ambiente.

Asec Trade S.r.l.

Infatti, dopo aver sottoscritto nel 2019 l’adesione all’iniziativa dell’Unione Europea del nuovo Patto dei Sindaci e partecipato al bando per ottenere un contributo di oltre 17 mila euro da parte dell’assessorato regionale dell’Energia e dei servizi di pubblica utilità, ha proceduto al completamento dell’iter per l’affidamento dell’incarico di redazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima PAESC.

Il duplice obiettivo da raggiungere attraverso la pianificazione contenuta nel PAESC è rappresentato dalla riduzione delle emissioni di CO2 e di gas climalteranti di almeno il 40% entro il 2030 e dall’aumento della resilienza ai cambiamenti climatici all’interno del territorio comunale. Il tecnico incaricato della redazione di questo importante documento è l’ing. Salvatore Grasso, che vanta una lunga esperienza legata agli aspetti energetici ed ambientali in tante pubbliche amministrazioni siciliane ed è in possesso di certificazione di Esperto in Gestione dell’Energia.

Le attività saranno svolte in collaborazione con il personale dell’area tecnica comunale, con il coordinamento del responsabile ing. Vincenzo Barbagallo, ed inizieranno con la raccolta dei dati l’esame dei vari contratti di fornitura energetica dell’ente.
Grande soddisfazione espressa dall’assessore alle politiche Comunitarie e finanziamenti Europei, avv. Piero Lipera: “con l’adesione al nuovo Patto dei Sindaci e l’inizio delle attività per la redazione del PAESC, il Comune di Motta Sant’Anastasia dimostra di avere tutte le carte in regola per potersi considerare virtuoso dal punto di vista energetico. Sarà inoltre possibile partecipare proficuamente ai bandi della prossima programmazione comunitaria 2021-2027, nei quali le tematiche energetiche ed ambientali rivestiranno un ruolo fondamentale”.

 

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione