14 Giugno 2021

Una ghost bike dedicata a Joshua

Una ghost bike dedicata a Joshua

Le associazioni ciclisti e civiche di Catania hanno collocato un ghost bike nel punto dove Joshua La Rosa e’ stato ucciso mentre andava al suo lavoro in bicicletta.

Asec Trade S.r.l.

È così che oggi viene ricordato il giovane morto in via Passo Gravina, poco sopra il ponte della circonvallazione. Sul caso vi sono in corso delle indagini per determinare le esatte dinamiche dell’incidente e arrivare ad identificare un presunto pirata della strada.

La ghost bike e’ un memoriale di tradizione internazionale dedicata ai ciclisti morti dalle strade pericolose. Questa è la prima ghost bike collocata nella storia a Catania, dopo tanti ciclisti e pedoni uccisi nelle strade pericolose del capoluogo etneo. Le associazioni ciclistiche e civiche di Catania chiedono al Comune di Catania strade urbane con un limite di velocità a 30 km/h, come in tutta Europa, la rete di piste ciclabili, tutte le strisce pedonali rialzati, pedonalizzazione di tutto il centro storico barocco della città. Inoltre chiedono che tutti i marciapiedi siano larghi minimo 1,5 metri per la sicurezza dei pedoni.

Due sabati fa le varie associazioni avevano ricordato lo sfortunato giovane, che lascia moglie e figlia, nell’evento Critical Mass in piazza Università a Catania.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione