28 Maggio 2021

Sciopero TPL, aderiscono lavoratori AST e sindacati regionali

Sciopero TPL, aderiscono lavoratori AST e sindacati regionali

I lavoratori in somministrazione di AST SpA aderiscono allo sciopero nazionale TPL dell’1 giugno e i sindacati regionali organizzano un sit in nello stesso giorno presso l’Assessorato regionale al Bilancio.

Asec Trade S.r.l.

Il comunicato stampa dei lavoratori in somministraione di AST SpA

“In maniera massiccia e con assoluta convinzione parteciperemo allo sciopero nazionale di giorno 1 giugno, indetto dai sindacati per il mancato rinnovo contrattuale della categoria degli autoferrotranvieri, della quale ci sentiamo parte integrante.

Siamo oltre 200, fra autisti e operai di officina, che da diversi anni lavoriamo in  somministrazione, presso l’Azienda Siciliana Trasporti, cercando di dare il nostro meglio.

Aderiamo allo sciopero perché ne condividiamo le motivazioni, ma anche perché la nostra partecipazione vuole essere un atto di correttezza nei confronti di alcuni sindacati (filt cgil, fit cisl, faisa cisal, fast confsal) che ci stanno a fianco e non ci fanno sentire lavoratori invisibili.

Aderiamo alla manifestazione dello sciopero anche, e soprattutto, per la battaglia che questi sindacati stanno sostenendo nei confronti della politica regionale riguardante lo sblocco delle assunzioni.

Se l’Azienda Siciliana Trasporti potesse fare assunzioni, avremmo quantomeno la possibilità di partecipare ad una eventuale selezione pubblica e, quindi, la speranza di poterci sistemare una volta per tutte.”

Il comunicato stampa delle Segreterie regionali di categoria

Martedì 1  giugno, in concomitanza con lo sciopero nazionale indetto dai sindacati per il mancato rinnovo contrattuale, le segreterie regionali filt cgil, fit cisl, faisa cisal e fast confsal hanno organizzato un sit in di protesta sotto la sede dell’Assessorato Regionale al Bilancio, dalle ore 9.00 alle 13.00, per sollecitare il governo regionale affinché la vicenda del blocco delle assunzioni, imposto alle società partecipate e, fra queste, all’Azienda Siciliana Trasporti SpA, possa trovare definitiva soluzione.

Bonavia (filt cgil), Giordano (fit cisl), Moschella (faisa cisal) e Lo Schiavo (fast confsal), per conto delle rispettive organizzazioni sindacali, dichiarano che il blocco delle assunzioni non è più accettabile e differibile, data la carenza di organico in cui versa l’AST SpA (400 unità), in parte colmata da oltre 200 lavoratori in somministrazione.

<< Chiediamo al governo regionale risposte concrete ed immediate, considerate le difficoltà operative a cui è sottoposta la partecipata del TPL in Sicilia per carenza di personale: dirigenti, quadri intermedi, autisti, personale di officina ed amministrativo – affermano i sindacalisti – La società di trasporto pubblico, tramite il notevole contributo reso dai lavoratori, ha cambiato passo rispetto al passato, cercando di mettere i conti in ordine e razionalizzando la spesa pubblica. I lavoratori in somministrazione sono una preziosa risorsa per la partecipata >>.

Ultimo aggiornamento

Anna Rapisarda

Anna Rapisarda