18 Aprile 2021

Ripulito nei giorni scorsi il Monumento ai Caduti del Mare di Catania

Ripulito nei giorni scorsi il Monumento ai Caduti del Mare di Catania

Nei giorni scorsi, FNAI ha ridato decoro al Monumento ai Caduti del Mare di Catania. Di seguito, lo sfogo dei membri dell’associazione: 

Asec Trade S.r.l.

“Venerdì scorso sono state postate alcune foto che denunciavano lo stato di degrado del Monumento ai Caduti del Mare di Catania.
Questo monumento, collocato presso il Piazzale Candido Cannavò è stato fortemente voluto dall’ANMI e donato al Comune di Catania ed è stato inaugurato il 13 dicembre 2005, per commemorare le vittime della marineria militare e mercantile. Esso rappresenta, quindi, il luogo dove si svolgono le cerimonie in ricordo dei caduti da parte dell’Associazione Marinai d’Italia e non solo: il 23 maggio 2013 sono state ospitate proprio lì le celebrazioni del 50° Raduno Internazionale dei Sommergibilisti; l’àncora fu donata per l’occasione dall’Istituto Nautico Duca degli Abruzzi di Catania.
Ma, di fatto, rappresenta l’unico monumento ai caduti in città visto il declassamento di quello che nell’intenzione doveva essere il monumento a tutti i caduti che fu realizzato al Lungomare.
Infatti, proprio lo scorso Ottobre avevamo partecipato alle commemorazioni ai Martiri delle Foibe e a Norma Cossetto che il Comitato 10 Febbraio ha organizzato proprio in questo sito.
Infine non dimentichiamo che il monumento ricorda la MAVM Ammiraglio Toscano e quindi i marinai della Battaglia di Capo Bon del 1941.
Proprio a seguito delle commemorazioni d’Ottobre, seguì una mozione del Consigliere  Davide Marraffino che sollecitava la sua riqualificazione ma evidentemente è rimasta inascoltata.
Per noi è inaccettabile anche perché rimuovere l’immondizia rappresenta l’ordinario, ma come è nel nostro stile siamo intervenuti immediatamente per riportare il monumento almeno al minimo di decoro che merita.
Altra nota: in questi mesi e’ stata asportata la cima anche nella seconda asta, quindi non e’ più possibile effettuare l’alzabandiera.
Auspichiamo al più presto tutta una serie di interventi di qualificazione, anche del verde che circonda il monumento e rimaniamo disponibili per altri interventi, come quello di donare e mantenere il tricolore come ormai facciamo da anni a Primosole e Bivio Jazzotto.
Patria e Onore per la nostra Marina”

PS. Il Comunicato, a cui abbiamo voluto dare lustro per la validità del gesto, è stato pubblicato oggi da un organo della redazione ma risale a venerdì. Speriamo il monumento sia ancora nelle buone condizioni in cui è stato lasciato.

Ultimo aggiornamento

redazione

redazione