14 Aprile 2021

Consiglio comunale, in sospeso la delibera sul progetto “Ecomuseo Antico Bosco di Jaci”

Consiglio comunale, in sospeso la delibera sul progetto “Ecomuseo Antico Bosco di Jaci”

Al Consiglio comunale di ieri sera 13 aprile, la parte più attesa è stata la votazione sulla delibera inerente al ruolo di Catania quale Comune capofila al progetto di costituzione dell’APS “Ecomuseo Antico Bosco di Jaci“.

Asec Trade S.r.l.

Comunicazioni brevi al consiglio comunale di stasera da parte dei consiglieri: per lo più inerenti a segnalazioni ambientali da parte dei cittadini e (nulla di nuovo) a presunte anomalie all’interno di alcune partecipate. Dopo, si arriva al cuore della seduta consiliare: la proposta di delibera su una eventuale adesione del Comune di Catania in qualità di capofila al progetto di costituzione dell’Associazione di promozione sociale – ASP “Ecomuseo Antico Bosco di Jaci”, richiesta con trattazione d’urgenza dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Attività e Beni Culturali, Pari Opportunità e Grandi Eventi Barbara Mirabella.

L’area del bosco di Jaci, per cui è già stata presentata l’istanza di riconoscimento in qualità di ecomuseo nel 2019 alla Soprintendenza di Catania, da parte del Codacons è quella del versante orientale etneo della provincia di Catania, dalla fascia costiera a quella pedemontana. Nonostante la folta macchia mediterranea, un tempo costituita in prevalenza da querce e castagni non costituisca più un’entità unica, restano testimonianze valide ed evidenti per considerare l’area patrimonio di biodiversità e di cultura popolare materiale e immateriale da preservare e custodire scrupolosamente.

Un eventuale riconoscimento dell’Ecomuseo “Antico Bosco di Jaci” condurrebbe verso una naturale collaborazione fra le parti interessate al recupero, promozione e fruizione dell’area da cui potrebbe derivare un interesse socio-economico di cui beneficerebbe una fetta importante, per storia e caratteristiche di tipicità, della città metropolitana di Catania. La possibilità di riqualificazione avverrebbe grazie ai Fondi Strutturali Europei dedicati al bando PON 2020 “Nodi Comunali della RETE in Ricerca e Innovazione” pubblicato dal MIUR.

Mirabella ha proposto, come titola la delibera in oggetto, che Catania possa aderire in qualità di capofila dell’APS (Associazione di Promozione Sociale), necessaria affinché si possa costituire l’ecomuseo. Per il capoluogo etneo sarebbe certamente un’immagine positiva, nonché un’opportunità da un punto di vista di ricezione di risorse da investire nella riqualificazione delle peculiarità paesaggistiche che accomunano il territorio etneo. Qualora i fondi dovessero essere investiti secondo un progetto ragionato e meritocratico, ça va sans dire.

Giacché i presupposti sembrano essere genuini, i 17 consiglieri rimasti a partecipare alla seduta hanno unitamente votato affermativamente. Mancavano altri 2 voti favorevoli per l’approvazione, eventualmente rinviata alla seduta di oggi dove basteranno 15 voti per validare la scelta del Consiglio, essendo seduta in prosecuzione.

 

Ultimo aggiornamento

Mari Cortese

Mari Cortese

Mari Cortese docente, redattrice e content creator per i social. Appassionata di enogastronomia, tradizioni e arti visive.