15 Aprile 2020

Cantarella e Maraffino regalano mascherine a Forze dell’Ordine, medici ed infermieri

Cantarella e Maraffino regalano mascherine a Forze dell’Ordine, medici ed infermieri

“Un gesto fatto con il cuore per chi sta in prima linea”, le parole dell’assessore Fabio Cantarella alla nostra redazione.

Asec Trade S.r.l.

Tante, troppe le inefficienze della macchina burocratica italiana, che si muove in modo pachidermico contro un virus veloce, scattante ed altrettanto pericoloso. Le gare Consip e i protocolli di dottori azzeccagarbugli incollati a schemi, moduli e procedure, hanno messo a rischio l’incolumità dei cittadini e di chi opera in prima fila, inanellando ritardi da Guinness dei primati e capitomboli degni di Paperissima.

Non passa un giorno, senza che questa redazione non riceva una comunicazione sul disagio provocato dalla mancanza di DPI, ad esempio; e sono a rischio tutte le categorie. In modo incomprensibile, soprattutto medici, infermieri, Vigili del Fuoco e uomini delle Forze dell’Ordine.

Ad intervenire in modo concreto, attraverso il sistema di autotassazione, l’assessore Fabio Cantarella e il consigliere alla seconda circoscrizione Davide Maraffino. A FreepressonlineCantarella spiega: “Io ho fatto il giro delle forze dell’Ordine, mentre Maraffino è andato da medici ed infermieri del Cannizzaro e Garibaldi. Chi in questo momento è in prima linea, purtroppo non ha gli strumenti minimi. La cosa grave è questa. Noi abbiamo regalato 750 mascherine alla Polizia di Stato. Altre 700 le abbiamo date ai Vigili del Fuoco, 150 ai Vigili Urbani di Catania. Loro non avevano questi presidi, perché lo Stato non glieli ha forniti. Questo è vergognoso”.

“Noi le mascherine le avevamo offerte a tutte le Forze dell’Ordine – continua Cantarella – poi le abbiamo consegnate a chi ne aveva bisogno e non le aveva. Sentivamo di fare questo piccolo gesto, che è niente rispetto a quello che loro fanno per noi”.

Ultimo aggiornamento

Mari Cortese

Mari Cortese

Mari Cortese docente, redattrice e content creator per i social. Appassionata di enogastronomia, tradizioni e arti visive.