15 Aprile 2020

L’attività caritativa dei Frati di Piazza Santa Maria di Gesù rischia lo stop

L’attività caritativa dei Frati di Piazza Santa Maria di Gesù rischia lo stop

La Parrocchia Santa Maria di Gesù fa un appello alle istituzioni per seguire con l’attività caritativa verso i bisognosi.

I frati minori della Parrocchia Santa Maria di Gesù sono noti per la loro presenza sul territorio, attraverso le loro attività religiose e caritative, che coinvolgono la comunità in modo diretto ed efficace. Soprattutto, in questo momento di forte tempesta generata dal Coronavirus.

Asec Trade S.r.l.

Questo periodo di crisi, ha visto intensificarsi il loro impegno per donare ai fedeli speranza ma anche viveri, medicine e indumenti a chiunque lo necessiti, attraverso il Mercatino della Carità.

Nonostante la grande partecipazione da parte della comunità, adesso i frati rischiano di dover interrompere la loro attività.

Si legge, a proposito, un loro comunicato sulla pagina Facebook della Parrocchia:

 APPELLO ALLE ISTITUZIONI 

Da diversi giorni la nostra Parrocchia sta aiutando centinaia di persone attraverso il #mercatinodellacarità http://www.ofmsicilia.it/santa-maria-di-gesu-ct/blogsmg/
Purtroppo, non avendo locali dove raccogliere i viveri, le medicine e gli indumenti donati, tutto è stato riposto a terra.
Nel Chiostro, nei locali del (nostro) antico convento c’è una stanza vuota, chiusa con un lucchetto e almeno da 6 mesi mai utilizzata.
Questo locale è di proprietà dell’ex Provincia Regionale di Catania, oggi “Città Metropolitana” di cui il Sindaco Salvo Pogliese è il presidente. Il suddetto locale è in comodato d’uso dell’Istituto Archimede, ma almeno da 6 mesi mai utilizzato.
A causa del Coronavirus, l’Istituto scolastico rimarrà chiuso probabilmente fino a settembre.
Abbiamo più volte chiesto alla direzione scolastica la possibilità di usare la stanza, ma sempre con risposta negativa.
Se qualcuno ci può aiutare a far giungere questa richiesta agli organi competenti, ci aiuti! Si tratta di far aprire un lucchetto!
Se questo non sarà possibile, per questioni di igiene e sicurezza, dovremo interrompere la nostra attività caritativa.
Chi può, ci dia una mano!

Il Capogruppo di Grande Catania, Sebastiano Anastasi, appreso l’appello dei frati, ha inoltrato la comunicazione agli organi competenti in attesa di una celere risposta. Un segno che, ora più che mai, sarebbe riconosciuto come presenza reale da parte delle istituzioni.

 

Ultimo aggiornamento

Mari Cortese

Mari Cortese

Mari Cortese docente, redattrice e content creator per i social. Appassionata di enogastronomia, tradizioni e arti visive.