11 Marzo 2020

“Chiudere le scuole”: l’ appello dell’USB ai dirigenti scolastici

“Chiudere le scuole”: l’ appello dell’USB ai dirigenti scolastici

Se gli studenti sono a casa, il personale ATA non ha mai smesso l’attività lavorativa. L’appello di Usb ai dirigenti scolastici.

Asec Trade S.r.l.

“Le scuole sono chiuse in tutto il Paese”, e non è vero. Le scuole, di ogni ordine e grado, non sono state chiuse. Il governo ha sospeso l’attività didattica. Quindi, studentesse, studenti e docenti a casa. Il personale ATA, invece, non ha mai smesso la propria attività lavorativa. Nemmeno il secondo DPCM ha reso giustizia a queste lavoratrici e lavoratori. Questa assurda situazione ha determinato anche forti tensioni fra i dirigenti scolastici e gli ATA. Sulla spinosa vicenda è intervenuta l’USB Scuola con un appello ai Dirigenti scolastici a cui si chiude la chiusura delle scuole, perché i Dirigenti sono nelle condizioni legali di poterlo fare, considerato che non si tratta interventi sullo svolgimento didattico.

 L’appello di USB Scuola

“Crediamo che in queste ore di difficoltà, in cui i contagi da coronavirus crescono in tutte il paese, lasciare aperte le scuole per dirigenti scolastici e personale Ata (collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e assistenti tecnici) rappresenti un atto inaccettabile che mette in pericolo i lavoratori coinvolti nella scelta.

Troviamo incomprensibile il silenzio dei dirigenti scolastici che in questi giorni non fanno sentire forte la loro voce nel chiedere la chiusura delle scuole, garantendo così la sicurezza dei lavoratori Ata e di se stessi.

Troviamo insopportabile in questo momento il ricorso alla retorica del “servizio al paese”: il vero “servizio al paese” è tutelare la salute di quanti lavorano al vostro fianco, collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e assistenti tecnici, pretendendo dalla Stato l’immediata chiusura delle scuole. Peraltro davvero non è chiaro che servizio si dia e a chi, visto che giustamente i ragazzi sono a casa e le scuole sono inaccessibili all’utenza esterna.

Il silenzio di CGIL CISL UIL

Il silenzio dei sindacati che oggi rappresentano i dirigenti scolastici Anp, Cgil, Cisl e Uil, è davvero l’ultimo atto di un processo di abbandono di tutti i lavoratori a loro stessi, anche di quella parte dirigenziale che dovrebbe essere a sua volta tutelata perché caricata di grandi responsabilità anche in relazione alla sicurezza dei luoghi di lavoro.

Scuole chiuse!

Chiediamo al MIUR di chiudere le scuole e rimandare tutte le scadenze amministrative che appaiono insensate in questa situazione.

Chiediamo ai dirigenti scolastici un atto chiaro di opposizione alle scelte del governo, in modo da garantire un vero grande servizio al paese e forte attenzione alla salute dei lavoratori. Che chiedano dunque a gran voce: “scuole chiuse!”.

La petizione

Chiediamo insieme la chiusura delle scuole e di tutti i servizi non essenziali firmando la petizione a questo link: http://chng.it/WXKVtjC99T “. Conclude Usb.

Ultimo aggiornamento

Orazio Vasta

Orazio Vasta